Curiosità Mondiali

Storia Mondiali Sudafrica 2010

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Milioni di persone hanno ancora il ricordo della canzone di Shakira e il suono della vuvuzela, che sono certamente i simboli della Storia dei Mondiali in Sudafrica 2010. Tale strumento musicale, molto famoso nella nazione ospitante per la suddetta edizione, accompagna tutta la rassegna sportiva anche se non tutti ne apprezzano la melodia.

Subito dopo il mondiale, infatti, la UEFA ne vieta l’utilizzo perché disturberebbe i giocatori in campo. Considerando l’aspetto sportivo, la competizione calcistica iridata del 2010 vede il trionfo di una grande Spagna di Del Bosque, che bissa il successo di Euro 2008 grazie a un gol di Iniesta in finale.

L’Italia di Lippi, invece, non ripete le gesta dei Mondiali 2006 e subisce una cocente eliminazione al primo turno. Il girone è tutt’altro che irresistibile e le altre squadre del raggruppamento sono Nuova Zelanda, Paraguay e Slovacchia. Ciononostante, la squadra azzurra rimedia solo due punti, perdendo per 3 a 2 la gara decisiva contro la Slovacchia e mostrando segni di netto declino.

Storia Mondiali Sudafrica 2010 – I Vincitori

La Spagna di Del Bosque arriva ai mondiali 2010 da campione d’Europa e ha grandi aspettative. La prima partita, però, non lascia presagire nulla di buono perché le Furie Rosse subiscono una sconfitta al debutto per mano della Svizzera. Questo, però, non compromette il loro cammino perché seguono le due vittorie contro Honduras e Cile, che valgono il passaggio del primo turno.

Segue una serie di tre vittorie per 1 a 0, ai danni, nell’ordine, di Portogallo, Paraguay e Germania in semifinale. Questi successi portano la Roja alla finale del torneo contro l’Olanda.

I Convocati

Portieri: Iker Casillas, José Reina, Victor Valdes;

Difensori: Raul Albiol, Alvaro Arbeloa, Joan Capdevila, Carlos Marchena, Gerard Pique, Carles Puyol, Sergio Ramos;

Centrocampisti: Xabier Alonso, Cesc Fabregas, Sergio Busquets, Javier Martinez, Andres Iniesta, David Silva, Xavier Hernandez;

Attaccanti: Jesus Navas, Juan Mata, Pedro Rodriguez Ledesma, Fernando Llorente, Fernando Torres, David Villa.

Storia Mondiali Sudafrica 2010 – I Vinti

L’Olanda di van Marwijk ha diversi giocatori di grande talento, tra cui spiccano Robben e Sneijder. Il primo turno è abbastanza agevole per gli arancioni, che sconfiggono Danimarca, Giappone e Camerun e passano come primi del girone. Agli ottavi di finale, gli arancioni affrontano e battono per 2 a 1 la Slovacchia, il carnefice dell’Italia al primo turno; grazie allo stesso risultato, superano anche l’ostacolo Brasile in rimonta e oltrepassano anche l’ostacolo dei quarti. In semifinale, l’Olanda sconfigge l’Uruguay per 3 reti a 2 e conquista la finale dei Mondiali.

I Convocati

Portieri:  Maarten Stekelenburg, Sander Boschker, Michel Vorm;

Difensori: Edson Braafheid, Khalid, Boulanhrouz, Giovan van Bronckhorst, John Heitinga, Joris Mathijsen, Gregory van der Wiel, Andre Ooijer;

Centrocampisti: Ibrahim Afellay, Mark van Bommel, Nigel De Jong, Wesley Sneijder, Stijn Schaars, Rafael van der Vaart, Demy de Zeeuw;

Attaccante: Ryan Babel, Klaas Jan Huntelaar, Eljero Elia, Dirk Kuyt, Arjen Robben, Robin van Persie.

Storia Mondiali Sudafrica 2010 – La Finale

Formazioni

Spagna(4-2-3-1): Casillas; Sergio Ramos, Puyol, Capvedila, Piqué; Busquets, Xabi Alonso; Iniesta, Xavi, Pedro; Villa.

Olanda(4-2-3-1): Stekelemburg; Van der Wiel, Heitinga, Mathijsen, Van Bronkhorst; Van Bommel, De Jong; Robben, Sneijder, Kuyt; Van Persie.

La Partita

A dispetto dell’altissimo tasso tecnico di entrambe le squadre, la gara è molto fisica e nervosa e alla fine si contano ben 13 cartellini gialli e uno rosso, decisamente troppi. La Spagna tiene di più la palla ma l’Olanda spreca due ottime occasioni, entrambe con Robben solo davanti a Casillas. I tempi regolamentari terminano a reti inviolate e ai supplementari la Spagna si rende pericolosissima con Fabregas che però non riesce a capitalizzare la grande occasione.

Dopo un paio di spunti da entrambe le parti, Iniesta evita i calci di rigore segnando un bellissimo gol al 116′ e regalando la prima coppa del Mondo alla Spagna. Di seguito c’è il video della rete decisiva per la vittoria spagnola.

 

Questa edizione, quindi, vede la Spagna trionfare meritatamente nell’edizione dei Mondiali del 2010, come aveva predetto il polpo Paul, divenuto una celebrità in quel periodo.

Redazione mondiali.it

Comments are closed.