Calcio

Le 600 volte di capitan De Rossi con la maglia della Roma

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Non sta vivendo il miglior periodo della sua grande carriera, ma da bravissimo capitano sta cercando di trasmettere tranquillità e grinta ai suoi compagni per cercare di risollevare una situazione complicata per la sua Roma sia in Campionato che in Champions League.

Per Daniele De Rossi quella contro il Frosinone sarà una partita comunque speciale dato che raggiungerà quota 600 partite con la maglia giallorossa. Una vera e propria leggenda del calcio romanista. Amante dei colori della sua città e degno erede del Re, Francesco Totti.
Dalla scorsa stagione, infatti, Capitan Futuro è divenuto il vero leader della nuova Roma. Il carattere di De Rossi è servito eccome la scorsa stagione per sbarazzarsi del Barcellona ai quarti di finale di Champions.

Sembra lontanissimo il suo esordio in Serie A, il 25 gennaio 2003, a 19 anni, nel match perso in trasferta contro il  Como per 2-0. C’è da dire che per De Rossi, così com’è stato qualche giorno fa per Zaniolo, arrivò prima il debutto in Champions League che in Campionato. Era il 30 ottobre 2001 e quel sbarbato centrocampista subentrò a Tomic nella gara giocata in casa contro l’Anderlecht, durante la fase a gironi.
Poco più di quindici anni fa anche la prima rete in Serie A. Un grande gol messo a segno all’Olimpico nella partita vinta per 3-1 contro il Torino.

A quella rete il numero 16 ne ha aggiunte altre sessanta. Un altro dato curioso è che De Rossi, con 117 presenze e 21 gol è anche il giocatore della Roma che conta più presenze e gol in Nazionale.

Con il traguardo delle 600 presenze (finora 446 in Serie A, 54 in Coppa Italia e 95 nelle coppe europee), sempre con la stessa maglia, De Rossi è undicesimo in questa speciale classifica. Queste cifre le hanno raggiunte solo in pochi e il capitano giallorosso vuole entrare in top ten.
Nel mirino c’è Giacinto Facchetti il quale ha disputato 634 gare con la maglia dell’Inter. A guidare questa classifica c’è Paolo Maldini, in vetta con 902 gare nel Milan.

Giornalista professionista, cura “Italians”, rubrica che parla di sportivi italiani che si sono affermati all’estero. E chissà magari, Ivanka Trump, la prossima volta non confonderà più Giorgio Chinaglia, ex attaccante di Lazio e New York Cosmos, per un santo.

Comments are closed.