Author

Redazione Mondiali.it

Browsing

La squadra Finlandia Europei 2020 si trova nel girone B, assieme a Danimarca, Belgio, Russia. L’Italia l’ha affrontata e sconfitta per due volte nelle qualificazioni ma gli Scandinavi possono comunque festeggiare perché approdano, per la prima volta nella loro storia, ai campionati Europei.

Gran parte del merito per questo traguardo va al commissario tecnico Markku Kanerva, che in passato ha giocato in nazionale con Litmanen, il più grande giocatore finlandese di tutti i tempi, che ha vestito le maglie di Ajax, Liverpool e Barcellona.

L’allenatore della Finlandia, dopo aver smesso di giocare a calcio, è diventato un professore di matematica delle scuole elementari e ora si gode questo traguardo storico.

E poi dicono che la matematica non serve nella vita!

Maglie Squadra Finlandia Europei 2020

Per la prima partecipazione della squadra della Finlandia agli Europei di calcio, la Nike ha ideato un motivo dove predomina il colore bianco. Questo è spezzato da una grande croce che nella parte superiore è di colore blu scuro e poi, man mano che si scende, il colore diventa più chiaro, come nella bandiera del Paese. Al centro vediamo lo stemma della Nike e della Finlandia e, sulle maniche, la continuazione della croce della parte frontale.

I pantaloncini sono completamente bianchi e i calzettoni bianchi con una striscia blu abbastanza spessa.

La seconda maglia della squadra Finlandia degli Europei 2020 è molto elegante e presenta la prevalenza del blu navy al centro, con il celeste nella parte superiore della manica e nelle saette poste ai lati.

Ci sono due bottoni di colore oro e al centro vediamo lo stemma della Nike e lo scudo finlandese.

Possibili Convocati Squadra Finlandia Europei 2020

Per quanto riguarda i possibili convocati della Finlandia negli Europei 2020, possiamo pensare che il ct e prof Kanerva si affidi ad un nutrito gruppo di giocatori delle qualificazioni.  Crediamo che abbia scelto almeno 17-18 giocatori e comunque pensiamo che la sua rosa sia presente nella lista di seguito.

L’uomo di maggior spessore è sicuramente Teemu Pukki, che ha realizzato 10 gol nelle qualificazioni agli Europei, di cui uno all’Italia su rigore. Si tratta di un attaccante esperto, che sa come mettere la palla in rete ed è abbastanza freddo sotto porta.

Portieri

Lukas Hradecky (Leverkusen) – Jesse Joronen (Brescia) – Carljohan Eriksson (Mjallby) – Anssi Jaakkola (Bristol Rovers)

Difensori

Leo Vaisanen (Elfsborg) – Joona Toivio (Hacken) – Sauli Vaisanen (Chievo Verona) – Daniel O’Shaughnessy (Helsinki) – Robert Ivanov (Warta Poznan) – Juhani Ojala (Vejle Boldklub) – Jere Uronen (Genk) – Jukka Raitala (Minnesota United) – Niko – Hamalainen (QPR) – Juha Pirinen (Trencin) – Albin Granlund (Stal Mielec) – Paulus Arajuuri (Pafos)

Centrocampisti

Glen Kamara (Glasgow Rangers) – Tim Sparv (AE Larisa) – Rasmus Schuller (Djurgardens) – Joni Kauko (Esbjerg) – Robin Lod (Minnesota United) – Fredrik Jensen (Augusta) -Robert Taylor (Brann) -Onni Valakari (Pafos) – Nikolai Alho (MTK Budapest)

Attaccanti

Santeri Hostikka (Pogon Szczecin) – Pyry Soiri (Esbjerg) – Ilmari Niskanen (Ingolstadt)- Teemu Pukki (Norwich City) – Marcus Forss (Brentford) – Joel Pohjanpalo (Union Berlino) – Rasmus Karjalainen (Orebro) – Jasse Tuominen (Hacken)

La squadra del tecnico Kanerva si chiera con un 4-4-2 semplice e probabilmente sarà molto chiusa sia in fase di possesso che di non possesso. Prevediamo una squadra che si affidi molti alle transizioni positive cercando subito il suo attaccante trascinatore Pukki. Non immaginiamo, quindi una squadra che imposti dal basso o che cerchi il possesso palla assiduamente; vediamo più una squadra chiusa che riparta in contropiede e che giochi un calcio semplice.

Staff Tecnico Squadra Finlandia Europei 2020

Commissario tecnico: Markku Kanerva

Allenatore in Seconda: Mika Nurmela

La squadra Ungheria Europei 2020 è nel gruppo F, che è senza dubbio il girone più difficile in assoluto, e dovrà affrontare due tra le favorite alla vittoria finale e la squadra campione d’Europa.

Avere Germania, Francia e Portogallo nello stesso girone non è per nulla facile per la formazione Ungherese che ha pochissime possibilità di superare il primo turno. Nel calcio i miracoli a volte accadono anche se in questo caso la vediamo veramente difficile.

In passato la squadra Ungherese era una compagine molto forte e vanta di aver avuto al seguito un grandissimo giocatore come Ferenc Puskas del Real Madrid; ai giorni nostri, invece, il livello non è così alto e potrebbe essere la squadra materasso degli Europei 2020 anche se il CT Marco Rossi farà di tutto per smentire i pronostici.

Maglie Squadra Ungheria Europei 2020

La prima maglia della squadra dell’Ungheria di Euro 2020 presenza la prevalenza assoluta del colore rosso, con la presenza del bianco nei simboli al centro, nelle strisce di sui lati e sul collo a V, dove c’è anche il verde.

Al centro vediamo lo stemma dell’Adidas in bianco, a destra c’è lo stemma della Federazione Ungherese e a sinistra quello dell’Ungheria. I pantaloncini sono bianchi e i calzettoni verdi.

Possibili Convocati Squadra Ungheria Europei 2020

Il nostro connazionale, il ct dell’Ungheria Marco Rossi, ha già ottenuto un grande successo qualificandosi alla fase finale degli Europei 2020. Diciamo questo perché la qualificazione è arrivata nello spareggio contro l’Islanda, che negli ultimi anni ha impressionato, ed è stata resa possibile solo negli ultimi, dopo aver ribaltato l’iniziale vantaggio dei Vichinghi.

Comunque vada, quindi sarà un successo per il commissario tecnico italiano, che, per la quarta partecipazione agli Europei della storia ungherese,  ha ancora diversi dubbi sulla rosa da selezionare.

Portieri

Gulácsi Péter (RB Lipsia) -Dibusz Dénes (Ferencváros) – Lajos Hegedus (Paksi) – Balasz Toth (Puskas Academia)

Difensori

Willi Orban (Lipsia) – Attila Szalai (Fenerbahce) – Bendeguz Bolla (Mol Vidi FC) – Bernabad Bese (Leuven) – Adam Lang (Omonia Nicosia) – Akos Kecskes (Lugano) – Szilveszester Hangya (Mol Vidi FC) – Loic Nego (Mol Vidi Fc) – Endre Botka (Ferencvaros) – Gergo Lovrencsics (Ferencvaros) – Attila Fiola (Mol Vidi FC)

Centrocampisti

Adam Nagy (Bristol) – David Siger (Ferencvaros) – Andras Schafer (DAC) – Mate Patkai (Paksa) – Dominik Szoboszlai (Lipsia) – Zsolt Kalmar (DAC) – Laszlo Kleinheisler (Osijek) – Daniel Gazdag (Budapest Honvéd)

Attaccanti

Roland Varga (MTK Budapest) – Adam Szalai (Mainz) – Roland Sallai (Friburgo) – Kevin Varga (Kasimpasa) – Adam Gyurcso (Osijek) – Tamas Cseri (Szory) – Krisztian Geresi (Puskas Academia) -Norbert Konyves (Zalaegerszegi) – Krisztian Simon (Ujpest) -Benjamin Babati (Zalaegerszegi) – Filip Holender (Partizan)

Il modulo utilizzato dovrebbe essere il 3-5-2 che, all’occorrenza, diventa un 3-4-3. Il portiere titolare è Gulácsi del Lipsia, con Orban a guidare il terzetto difensivo. A centrocampo vediamo Nagy, ex Bologna ma la stella della squadra è Szoboszlai del Lipsia.

Il giovane centrocampista è un trequartista ma svaria molto; è molto bravo a giocare tra le linee e nel dribbling ed ha un buon piede. A lui il ct Rossi affida la maggior parte delle manovre, anche perché spesso si posiziona sulla linea mediana; i compagni lo servono ad ogni occasione, per dare il via all’azione d’attacco. Ovviamente tralascia i compiti difensivi ed è il faro che illumina quasi ogni azione della sua nazionale.

Staff Tecnico Squadra Ungheria Europei 2020

Commissario Tecnico: Marco Rossi

Allenatore in Seconda: Cosimo Inguscio

Match Analyst: Giovanni Costantino

Il Girone E degli Europei 2020 si prospetta come un turno molto combattuto e oggi parliamo della squadra Polonia degli Europei 2020. La favorita del girone è l’Inghilterra e molto probabilmente il secondo posto sarà appannaggio di una tra Svezia e Polonia.

Se parliamo della Polonia, parliamo di una squadra che storicamente va molto meglio ai mondiali (con due terzi posti nel 1974 e nel 1982) ma che ultimamente ha fatto molta strada anche nel torneo degli Europei, raggiungendo nel 2016 i quarti di finale, miglior piazzamento della sua storia.

Prevediamo, dunque, che la Polonia di Euro 2020 possa passare il turno, come migliore terza oppure come seconda, anche perché dispone di giocatori di indubbio valore internazionale, quali Zielinski ed il portiere della Juventus Szczesny. La forza della nazionale polacca, tuttavia, risiede nel suo bomber Robert Lewandowski, molto probabilmente il miglior attaccante del mondo.

Se avessero assegnato il pallone d’oro nel 2020, sicuramente lo avrebbe vinto lui; che ha dato un grosso contributo al Bayern Monaco per la conquista della Champions League 2020. L’anno scorso, inoltre, la scarpa d’oro gli è stata soffiata in zona Cesarini da Immobile. Quest’anno Lewa è saldamente in testa alla classifica provvisoria e difficilmente gli sfuggirà questo riconoscimento.

Maglie Squadra Polonia Euro 2020

Per la prima maglia della squadra Polonia degli Europei 2020, la Nike si è affidata a un design molto essenziale e privo di troppi dettagli. La prima maglia, infatti, vede la netta predominanza del colore bianco, alternato con il rosso che è presente nello stemma della Nike e nell’aquila polacca al centro del petto, nonché sol collo a polo e sull’ estremità delle maniche. I pantaloncini e i calzettoni sono rossi.

La seconda maglia ha un motivo molto simile alla prima, con la differenza principale che sta nel fatto che i colori sono invertiti. Vi è, infatti, la netta prevalenza del rosso, con il bianco che è presente nello stemma della Nike, nel simbolo della Polonia, nelle estremità delle maniche, nel collo a v e nelle strisce a saetta laterali (che non sono presenti nella prima maglia). I pantaloncini e i calzettoni sono, anche in questo caso, di colore rosso.

Possibili Convocati Squadra Polonia Europei 2020

Dal punto di vista della guida tecnica, la Polonia, nella persona del presidente della federcalcio Zbigniew Boniek, ha cambiato da poco il commissario tecnico e ha affidato la squadra a Paulo Sousa.

Il tecnico portoghese, per le convocazioni della Polonia per Euro 2020, si affiderà sicuramente a un’ampia colonia di giocatori che militano in serie A, che potrebbero essere addirittura 7, tra cui spiccano Zielinski e Szczęsny.

Portieri

Łukasz Fabiański (West Ham United) – Łukasz Skorupski (Bologna FC) – Wojciech Szczęsny (Juventus FC)

Difensori

Jan Bednarek (Southampton FC) – Bartosz Bereszyński (UC Sampdoria) – Paweł Dawidowicz (Hellas Verona) – Kamil Glik (Benevento Calcio) – Michał Helik (Barnsley FC) – Kamil Piątkowski (Raków Częstochowa) – Arkadiusz Reca (FC Crotone) – Maciej Rybus (Łokomotiw Mosca)

Centrocampisti

Rafał Augustyniak (Urał Jekaterynburg) – Kamil Grosicki (West Bromwich Albion) – Kamil Jóźwiak (Derby County) – Mateusz Klich (Leeds United) – Sebastian Kowalczyk (Pogoń Szczecin) – Kacper Kozłowski (Pogoń Szczecin) – Grzegorz Krychowiak (Łokomotiw Mosca) – Jakub Moder (Brighton & Hove Albion FC) – Przemysław Płacheta (Norwich City FC) – Bartosz Slisz (Legia Varsavia) – Sebastian Szymański (Dynamo Mosca) – Piotr Zieliński (SSC Napoli)

Attaccanti

Robert Lewandowski (Bayern Monaco) – Arkadiusz Milik (Olympique Marsiglia) – Krzysztof Piątek (Hertha BSC) – Karol Świderski (PAOK FC)

Tattica Squadra Polonia Europei 2020

Lo schema tattico della Polonia per Euro 2020 sarà sicuramente il 4-1-4-1, con Krychowiak a fare da regista di centrocampo e collante con la difesa; come a suo tempo faceva Paulo Sousa anche nelle fila della Juventus.

In attacco Lewandowski sarà l’unica punta, supportato dagli inserimenti dei tanti centrocampisti che stanno alle sue spalle, tra cui Zielinski, che si è sempre dimostrato molto bravo negli inserimenti e in zona gol.

Il portiere titolare è Szczesny e molto spazio avranno anche Bereszynski, Glik; vedremo una squadra dalla forte propensione al possesso palla e alla costruzione, che forse avrà qualche lacuna in difesa e potrebbe patire il cambio recente dell’allenatore.

Staff Tecnico Squadra Polonia Europei 2020

Commissario Tecnico: Paulo Sousa

Allenatore in Seconda: Manuel Julio Cordeiro da Silva Pereira

Allenatore in Seconda: Victor Manuel Sánchez Lladó

Allenatore dei portieri: Paulo Jorge Fernandes Grilo

Preparatori atletici: Lluis Sala Perez – Antonio José Gómez Diaz

Match analyst: Cosimo Cappagli (italiano, n. 19 aprile 1981).

 

Le rose allargate delle squadre degli Europei 2020 sono una realtà e i convocati delle nazionali passano da 23 a 26. Questa è sicuramente una buona notizia perché, in tempi di covid 19,  se per caso dovesse esplodere un piccolo focolaio in una squadra, con tre giocatori in più la situazione è più gestibile.

Condizioni Rose Allargate Squadre Europei 2020

Il comitato Esecutivo dell’UEFA ha approvato, dunque, l’allargamento delle rose, per cui ogni commissario tecnico può convocare 26 giocatori anziché i soliti 23. Gli stessi ct, però, nelle gare di Euro 2020, possono portare in panchina soltanto un massimo di 12 giocatori (tra cui 3 portieri), quindi dovranno mandare in tribuna 3 calciatori, prima di ogni partita.

Qualcuno, quindi, dovrà guardare la partita dalla tribuna ma è comunque bello esserci e fare parte della rosa. La UEFA ha stabilito, inoltre, che, qualora un giocatore dovesse contrarre il virus entro la vigilia della partita d’esordio, potrebbe essere rimpiazzato da un altro calciatore che è rimasto a casa. Notiamo, quindi, una UEFA abbastanza flessibile e propensa a venire incontro alle esigenze delle nazionali.

Inoltre, i portieri potranno sempre essere sostituiti in casi di gravi malattie (quali il covid o isolamenti imposti per legge); anche qualora gli altri portieri siano disponibili varrebbe la possibilità della sostituzione. C’è da dire, comunque, che un giocatore sostituito non può essere più riammesso nella lista.

Mancini sulle Rose Allargate

La proposta di Mancini delle rose allargate delle squadre degli Europei 2020, è stata dunque presa in seria considerazione ed è stata accolta dalla UEFA e questo farà felici tutti i commissari tecnici della competizione.

Il commissario tecnico dell’Italia, infatti, come il suo omologo dell’Inghilterra Southgate, aveva espresso delle preoccupazioni. Mentre nei singoli campionati, infatti, le partite si possono recuperare, in una competizione breve come gli Europei la cosa è molto più difficile. Allo stesso modo, risulta pressoché impensabile sostituire dei calciatori richiamandone altri che magari sono in vacanza; per cui la decisione dell’allargamento delle rose può almeno attenuare il problema.

Il girone dell’Italia ci appassiona più degli altri per cui parliamo della squadra Turchia Europei 2020 sapendo che dobbiamo affrontarla alla partita d’esordio e non possiamo fallire.

La nazionale allenata dal commissario tecnico Senol Gunes è un gruppo pieno di giovani e questo potrebbe essere un punto a favore delle altre squadre del girone (Italia, Svizzera e Galles). La mancanza di esperienza internazionale potrebbe, infatti, essere un incentivo a spingersi troppo in avanti senza criterio.

Ciononostante, la

 ha alcuni giocatori giovani e di valore, tra cui Demiral della Juve e Söyüncü, Muldur del Sassuolo e Çalhanoğlu, centrocampista del Milan.

Bisogna prendere, quindi, questa squadra con le molle e non sottovalutarla.

Maglie Squadra Turchia Europei 2020

La prima divisa della Squadra Turchia degli Europei 2020 è di colore prevalentemente bianco, con una striscia rossa sul petto, all’interno la cui area c’è la mezzaluna con una stella di colore bianco  mentre lo stemma della Nike, il bordo delle maniche e il collo sono anch’essi di colore rosso.

La seconda maglia è identica nel design alla prima; cambia solo il fatto che al posto del bianco, c’è il colore rosso. Per cui, nella seconda maglia della Turchia di Euro 2020 abbiamo due tonalità di rosso: una predominante e una più chiara al petto con dentro i simboli descritti prima.

Possibili Convocati Squadra Turchia Europei 2020

L’allenatore della Turchia Gunes ha un’ampia scelta a disposizione e può attingere i giocatori da un nutrito gruppo di giovani, per cui ancora le convocazioni definitive non sono certe al 100%. Noi proponiamo sotto una lista a partire dalla quale probabilmente il ct selezionerà i 26 giocatori della Turchia.

Portieri

Mert Günok (Başakşehir) – Gökhan Akkan (Çaykur Rizespor) -Uğurcan Çakır (Trabzonspor)- Altay Bayindir (Fenerbahce)

Difensori

Mehmet Zeki Çelik (Lille) -Nazim Sangaré (Fenerbahce) – Merih Demiral (Juventus) – Ozan Kabak (Liverpool) – Mert Muldur (Sassuolo) – Caglar Soyuncu (Leicester) – Kaan Ayhan (Sassuolo) – Umut Meras (Le Havre) – Caner Erkin (Fenerbahce) – Mert Cetin (Verona) – Omer Bayram (Galatasaray)

Centrocampisti

Okay Yokuslu (West Bromwich Albion) -Taylan Antalyali (Galatasaray) – Dorukhan Tokuz (Besiktas) – Ozan Tufan (Fenerbache) – Orkun Kokcu (Feyenoord) – Irfan Can Kahveci (Fenerbahce) – Hakan Calhanoglu (Milan) – Deniz Turuc (Basaksehir) – Mahmut Tekdemir (Basaksehir) – Mert Hakan Yandas (Fenerbahce)

Attaccanti

Burak Yilmaz (Lille) – Enes Unal (Getafe CF) – Kenan Karaman (Fort. Dusseldorf) – Cenk Tosun (Everton) – Emre Kilinc (Galatasaray) – Halil Akbunar (Goztepe) – Yusuf Yazici (Lille) – Cengiz Under (Leicester) – Efecan Karaca (Alanyaspor) – Ahmed Kutucu (Heracles)

Dopo una copiosa scrematura tra questi nomi per selezionarne 26, il CT dovrebbe schierare la squadra con un 4-2-3-1, con in porta Cakir e la difesa imperniata sullo Juventino molto ruvido Demiral. In attacco abbiamo Tosun come unica punta, con Karaman,  Under e Calhanoglu alle sue spalle come supporto.

Vista la giovane età, prevediamo una Turchia che giochi senza una ferrea disciplina tattica e che vada avanti a folate e a volte pressi molto alto gli avversari. I tre giocatori a supporto della punta, però, sono abbastanza tecnici, soprattutto Calhanoglu e potrebbe giocarsi molto l’opportunità del tiro da fuori.

Prevediamo, però, anche un grande dinamismo ed il fatto di non voler tirare mai via la gamba. In fase di non possesso, prevediamo un pressing abbastanza alto e, per le transizioni, la ricerca immediata dei trequartisti.

Staff Tecnico Squadra Turchia Europei 2020

Commissario Tecnico: Senol Gunes

Allenatore in seconda: Kerem Yavas

Allenatore in seconda: Seref Cicek

Allenatore dei Portieri: Emrah Karakovan

Preparatore Atletico: Omur Serdal Altunsoz

La squadra Galles Europei 2020 è nello stesso girone dell’Italia, assieme alla Svizzera e alla Turchia. Sebbene sia temibile perché Bale è imprendibile, ha fa poco cambiato allenatore e quindi forse sarà un po’ frastornata.

L’ormai ex ct Ryan Giggs, infatti, ex stella del Manchester United, in seguito ad un’accusa di violenza nei confronti di due donne, è stato esonerato pochi giorni fa.  Al suo posto, la Federazione Gallese ha ingaggiato Robert Page che sarà assistito da Albert Stuivenberg. 

Il nuovo ct può contare su giocatori di esperienza quali Bale,  il portiere Hennessey e, a centrocampo, su Daniel James del Manchester United e su Ramsey in forza alla Juventus.

Non è sicuramente una squadra a livello di Francia, Spagna o Inghilterra ma potrà provarci, anche se il cambio di allenatore può incidere in negativo.

Maglie Squadra Galles Europei 2020

La prima maglia della squadra Galles degli Europei 2020 vede la prevalenza del colore rosso. Al centro del petto ci sono lo stemma dell’Adidas di colore giallo e lo stemma del drago gallese di colore rosso mentre il giallo lo vediamo anche sulle strisce sopra le spalle.  Sui bordi delle maniche troviamo due strisce di colore giallo, due di colore rosso, due di colore verde e una bianca al centro.

I pantaloncini sono rossi con le strisce gialle sui fianchi e i calzettoni sono rossi.

La seconda maglia invece vede la netta prevalenza del giallo che si alterna con le strisce verdi sopra le spalle; i pantaloncini sono di colore verde e le calze gialle.

Possibili Convocati Squadra Galles Europei 2020

Il ct Robert Page dovrà in tutti i modi compattare il gruppo, vista la situazione ambientale non facile. Per farlo, farà sicuramente affidamento sui giocatori più esperti, che devono prendersi sulle spalle la squadra, anche perché nel gruppo A i Gallesi non partono favoriti.  Ecco i possibili convocati della squadra del Galles per gli Europei 2020.

Portieri

Wayne Hennessey (C. Palace) – Daniel Ward (Leicester) – Adam Davies (Stoke City) – Tom King (Newport County)

Difensori

Chris Gunter (Charlton Athletic)- Ben Davies (Tottenham)- Connor Roberts (Swansea)- Ethan Ampadu (Sheffield Utd)- Chris Mepham (Bournemouth) – Tom Lockyer (Luton Town) – Joe Rodon (Tottenham) – James Lawrence (St. Pauli) – Neco Williams (Liverpool) -Rhys Norrington-Davies (Stoke City) – Ben Cabango (Swansea)

Attaccanti

Gareth Bale (Tottenham)- Hal Robson-Kanu (WBA)-Tom Lawrence (Derby County)- Kieffer Moore (Cardiff City)- Tyler Roberts (Leeds Utd)- Rabbi Matondo (Stoke City)

Tattica Squadra Galles Europei 2020

Il commissario tecnico Robert Page in genere schiera la squadra con un 3-4-3 puntando sulla velocità del suo trio d’attacco, formato da Bale, Wilson e James. Potrebbe, però, puntare anche su un più accorto 4-2-3-1 per via della debolezza difensiva della squadra gallese.

Molte delle sue decisioni tattiche dipenderanno dalle condizioni fisiche di Ramsey, che a volte sono precarie.

Ci aspettiamo una squadra che verticalizzi molto e utilizzi il contropiede proprio per sfruttare al meglio la grande rapidità dei suoi attaccanti e che adoperi l’arma del pressing nella trequarti avversaria per sfruttare le transizioni positive, dove le punte potrebbero risultare devastanti.

Dal punto di vista difensivo, invece, vediamo una squadra abbastanza penetrabile quindi vedremo quali contromisure adotterà il commissario tecnico.

Staff Tecnico Squadra Galles Europei 2020

Commissario Tecnico: Robert Page

Allenatore in seconda: Albert Stuivenberg

Preparatore Atletico: Tony Strudwick

Fisioterapista: Sean Connelly

In ogni competizione ci sono le probabili outsiders e la squadra Danimarca di Europei 2020 sembra una di queste, anche se non 1992 ha vinto la competizione.

La squadra del ct Hjulmand è riuscita a centrare la qualificazione, al contrario di quanto era accaduto nel 2016, e nel gruppo B dovrà affrontare Belgio, Finlandia eRussia.

Mentre i Diavoli Rossi sembrano al di fuori dalla portata dei Danesi, le altre squadre potrebbero essere battibili e quindi la Danimarca punterà sicuramente a passare il turno, trascinata dal suo giocatore di maggior talento.  Christian Eriksen, infatti, dopo un periodo buio in cui non giocava mai,   ha convinto Antonio Conte a farlo giocare, ha appena vinto lo scudetto con l’Inter ed è risultato decisivo in più di un’occasione.

Con lui e con altri giocatori di valore, quali Kjaer  e Delaney, Hareide punterà al passaggio del turno.

Maglie Squadra Danimarca Europei 2020

Lo sponsor delle maglie della Squadra Danimarca di Euro 2020 è Hummel, come da tanti anni a questa parte. La prima maglia è caratterizzata dal petto rosso e dalle maniche bianche in un design abbastanza essenziale e privo di troppo fronzoli.

I pantaloncini sono prevalentemente bianchi, con delle strisce rosse alle estremità superiore ed inferiore e sui lati, dove ci sono delle frecce rosse. I calzettoni sono quasi esclusivamente rossi con delle decorazioni in bianco.

Nella seconda maglia prevale invece il colore bianco, con i bordi delle maniche di rosso e le finiture del colletto in blu. I pantaloncini sono rossi con le estremità e le freccette laterali in bianco e i calzettoni sono bianchi con le scritte in rosso.

Possibili Convocati Squadra Danimarca Europei 2020

Oltre a Christian Eriksen che è il giocatore più rappresentativo e di talento, troviamo altri giocatori interessanti, alcuni dei quali giocano in Italia.

Ci riferiamo a Kjaer del Milan, a Larsen in forza all’Udinese, l’attaccante del Parma Cornelius, Skov Olsen del Bologna, Damsgaard della Sampdoria, Mahele dell’Atalanta, Christensen del Chelsea, Schmeichel del Leicester ed altri gregari che comunque metteranno un grande strapotere fisico.

Grazie a questo mix di tecnica e fisicità, la Danimarca di Hjulmand si giocherà il passaggio del turno.

Portieri

Schmeichel (Leicester) – Ronnow (E. Francoforte) – Lossl (Midtjylland)

Difensori

Wass (Valencia) – Maehle (Atalanta) – Stryger Larsen (Udinese) – Kjaer (Milan) – Christensen (Chelsea) – Vestergaard (Southampton) – Andersen (Fulham) – Boilesen (Copenhagen) – Dalsgaard (Brentford)

Centrocampisti

Eriksen (Inter), Hojbjerg (Tottenham), Delaney (Dortmund), Schone (Heerenveen), Jensen (Brentford), Norgaard (Brentford), Damsgaard (Sampdoria), Jonsson (Cadice)

Attaccanti

Braithwaite (Barcellona) – Poulsen (RB Lipsia) – Wind (Copenhagen) – Skov (Hoffenheim) – Cornelius (Parma) – Skov Olsen (Bologna)

Tattica Squadra Danimarca Europei 2020

Il ct Hjulmand quasi sicuramente schiera la squadra della Danimarca agli Europei 2020 con il modulo 4-2-3-1 con Schmeichel, figlio d’arte del grande Peter, in porta.  In difesa vediamo la bella coppia Kjaer e Christensen, il primo più bravo in marcatura e il secondo ad impostare, i due centrali molto fisici e  le mezze ali Skov, Damsgaard, Eriksen a supporto dell’unica punta Poulsen.

Possiamo aspettarci una squadra molto tosta e compatta, come le altre compagini scandinave (quali Svezia e Finlandia) ma in questo caso ci sono anche giocatori tecnici bravi nel palleggio, tra cui spicca Eriksen.

Ci potrà essere qualche tentativo di costruzione dal basso perché i difensori centrali hanno i piedi abbastanza educati ed Eriksen a volte arretrerà per prendersi la palla. Ciononostante, ci saranno anche diversi lanci lunghi per sfruttare la stazza dei Vichinghi danesi e in generale ci aspettiamo una squadra che imposti poco e vada subito per le vie verticali.

In fase di non possesso, prevediamo una squadra molto corta con le linee di difesa e centrocampo molto strette.

Staff Tecnico Squadra Danimarca Europei 2020

Commissario Tecnico: Kasper Hjulmand

Allenatore in Seconda: Morten Wieghorst

Allenatore dei Portieri: Lars Hogh

Tutti gli appassionati di calcio ormai sanno che la squadra Belgio Europei 2020 parte con i favori del pronostico(assieme a Francia e Inghilterra). Alcuni bookmakers mettono questa squadra addirittura al primo posto tra le favorite per la vittoria finale anche perché parliamo della squadra che è prima nel ranking mondiale.

Non sappiamo se gli uomini di Roberto Martinez vinceranno effettivamente gli Europei 2020 ma di sicuro possiamo notare la qualità altissima della rosa a sua disposizione. Tra tutti spicca il genio di Kevin De Bruyne, pedina fondamentale del Manchester City di Guardiola, che si gioca la finale di Champions League contro il Chelsea.

C’è poi anche Lukaku, certamente l’uomo che più di ogni altro ha permesso all’Inter di vincere lo scudetto con numerosi gol e assist e Dries Mertens, Ciro per i tofosi del Napoli. Il fatto che abbia segnato più gol di Maradona nelle fila dei Partenopei la dice lunga sulla sua bravura.

Il Belgio, quindi, ha tutti i mezzi per piazzarsi tra le prime quattro negli Europei  (ricordiamo che al mondiale Russia 2018 è arrivato terzo) e potrebbe anche vincerli. Vincendo il Girone B, con Danimarca, Finlandia e Russia, può partire la scalata alla vetta.

Maglie Squadra Belgio Europei 2020

Il colore prevalente della prima maglia del Belgio di Euro 2020 è il rosso ed il motivo ideato da Adidas prevede anche tre grosse pennellate di colore nero e Bordeaux a forma di B. Il collo a v è formato da due strisce, una nera e una gialla ed il giallo è presente anche sul numero e sullo stemma dell’Adidas nella zona frontale. I pantaloncini e i calzettoni sono di colore rosso.

La seconda maglia, invece, presenta la prevalenza del bianco con molte decorazioni frontali, con le estremità delle maniche a strisce rossa e nera ed sulle spalle strisce rosse. I pantaloncini sono bianchi con due strisce rosse laterali.

Possibili Convocati Squadra Belgio Europei 2020

La squadra è completa in tutti i reparti ed il commissario tecnico dei Diavoli Rossi ha a disposizione un mix tra calciatori esperti e giovani di grande talento, per cui diramare le convocazioni finali non è un compito facile, per via dell’immensa possibilità di scelta di giocatori di valore.

Portieri

Thibaut Courtois (Real Madrid / Spa) – Simon Mignolet (Club Brugge) – Koen Casteels (Wolfsburg / Germania) – Thomas Kaminski (Blackburn Rovers / Eng)

Difensori

Toby Alderweireld (Tottenham Hotspur / Eng) – Jason Denayer (Lyon / Fra) – Dedryck Boyata (Hertha BSC / Ger) – Leander Dendoncker (Wolverhampton / Eng) – Brandon Mechele (Club Brugge) – Thomas Vermaelen (Vissel ) Kobe / Jap) – Jan Vertonghen (Benfica / Por)

Centrocampisti

Timothy Castagne (Leicester City / Eng) – Nacer Chadli (Basaksehir / Tur) – Thomas Foket (Stade Reims / Fra) – Thorgan Hazard (Borussia Dortmund / Ger) -Thomas Meunier (Borussia Dortmund / Ger) – Alexis Saelemaekers (AC Milan / Ita) – Kevin De Bruyne (Manchester City / Eng) – Dennis Praet (Leicester City / Eng) – Youri Tielemans (Leicester City / Eng) – Hans Vanaken (Club Brugge) – Orel Mangala (Stuttgart / Ger) – Albert Sambi Lokonga (Anderlecht)

Attaccanti

Yannick Carrasco (Atletico Madrid / Spa) – Charles De Ketelaere (Club Brugge) – Jérémy Doku (Stade Rennais / Fra) – Dries Mertens (Napoli / Ita) – Leandro Trossard (Brighton / Eng) – Yari Verschaeren ( Anderlecht) – Michy Batshuayi (Crystal Palace / Eng) – Christian Benteke (Crystal Palace / Eng) – Romelu Lukaku (Inter / Ita) – Adnan Januzaj (Real Sociedad / Spa)

Il tecnico Martinez probabilmente selezionerà la rosa di Euro 2020 a partite da questa lista di giocatori e schiererà la squadra con un 3-4-2-1. In porta ci sarà Courtois del Real Madrid,  in difesa Alderweireld, Denayer, Boyata e a centro brillerà la stella De Bruine. Alle spalle di Lukaku stazioneranno probabilmente Mertens e Hazard.

Possiamo aspettarci una squadra che costruisca sempre dal basso con i difensori e con un mediano in appoggio, per poi sviluppare il gioco sulle fasce oppure al centro con i movimenti dei due trequartisti. In fase di non possesso, vedremo una squadra molto alta e corta, che spesso andrà in pressing per recuperare subito il pallino del gioco.

Staff Tecnico Squadra Belgio Europei 2020

Commissario Tecnico: Roberto Martinez

Allenatore in Seconda: Shaun Maloney

Allenatore dei Portieri: Inaki Bergara

 

Il progetto della Superlega ha entusiasmato alcuni ma ha fatto letteralmente infuriare molti altri; diremmo la maggior parte degli appassionati al gioco del calcio, causando, tra l’altro, il rinvio di Manchester – Liverpool all’Old Trafford.

Tra gli scontenti, sicuramente ci sono molti tifosi dello United. Alcuni di questi (circa 200) oggi hanno inscenato una dura protesta nei confronti della proprietà, la famiglia Glazer; che ha acquistato il club nel 2005, provocando il rinvio di Manchester United – Liverpool, in programma per domenica 2 maggio.

I supporters del glorioso club di Manchester non hanno digerito per nulla l’adesione della squadra alla Superlega, poi ritirata; incuranti delle transenne e della polizia, sono riusciti ad invadere il campo, lanciando diversi fumogeni.

La polizia era riuscita a sgomberare il prato di gioco ma, dopo una concertazione con il club, si è deciso di rinviare la partita a data da destinarsi per motivi di ordine pubblico.

Il club ha diramato una nota in cui dice di appoggiare il diritto alla protesta civile dei suoi supporters; allo stesso modo ha dichiarato di non approvare i metodi violenti che sono stati messi in campo in questa circostanza, in cui alcuni poliziotti sono rimasti feriti.

Queste sono scene che raramente avvengono in Inghilterra, che ha affievolito, negli anni, il problema della violenza negli stadi;  lo hanno fatto coniugando la fase di informazione a partire dalle scuole alla fase di repressione quando questa fosse stata inevitabile.

In questo caso, però, evidentemente i dissapori tra i tifosi e la proprietà Americana sono arrivati ad un livello insostenibile. La famiglia Glazer, infatti, ha iniziato a cercare investitori pronti a rilevare il club, per la modica cifra di circa 4 miliardi di sterline.

I rapporti tra i tifosi e la famiglia Glazer non sono mai stati idilliaci; la riprova sta nel fatto che alcuni tifosi, proprio nel 2005, hanno fondato il club FC United of Manchester perché molto contrari all’acquisto della società da parte degli Americani.

L’adesione alla Superlega, quindi, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso e ha fatto esplodere una rabbia mal celata nei confronti della proprietà; anche perché diverse sono state le tifoserie ad opporsi a questa idea ma in questo caso la protesta ha travalicato tutti i limiti e si è dovuto procedere al rinvio della partita Manchester United e Liverpool.

Fissato il recupero dopo il rinvio di Manchester United-Liverpool

La partita rinviata domenica 2 maggio,  avrà luogo giovedì 13 maggio alle ore 21:15. Speriamo che stavolta vada tutto liscio e prevalgano i valori dello sport.

 

A volte capita che le nazionali più piccole diano del filo da torcere a quelle più grandi e blasonate; pertanto ci aspettiamo questo dalla squadra Croazia degli Europei 2020.

Questo è il caso della Croazia, paese di poco più di 4 milioni di abitanti, la cui nazionale, nell’ultimo mondiale, è arrivata seconda, arrendendosi solo alla super Francia e ha spesso dato molto fastidio a squadre del calibro dell’Italia.

La Croazia di Euro 2020, quindi, è una squadra che merita rispetto, è ricca di campioni che ben figurano in grandi club e, nel girone D, si gioca il primato con l’Inghilterra, che parte favorita ma, allo stesso tempo, sa che non può sottovalutare la nazionale dei Vatreni (focosi) di Dalic.

Maglie Squadra Croazia Europei 2020

Per quanto riguarda la prima maglia della squadra Croazia degli Europei 2020, la Nike ha optato per uno stile a quadrati rossi e bianchi, stile scacchiera, sia davanti che dietro, e sui lati le classiche strisce a saetta, di colore rosso e blu.

Il collo è a v di colore rosso, le maniche bianche e rosse, i pantaloncini bianchi con delle strisce blu ai lati e i calzettoni sono completamente rossi.

La seconda maglia vede, invece, quadratini neri alternati con quadratini grigi in modo non regolare ed il colore prevalente è il nero, con le strisce ai lati di colore rosso.

I pantaloncini sono di colore nero con strisce rosse ed i calzettoni mostrano lo stile a scacchi, in un design davvero elegante.

Possibili Convocati Squadra Croazia Europei 2020

In merito ai probabili convocati della Croazia per Euro 2020, il ct Dalic probabilmente rinuncia a Rakitic e Mandzukic; sarà. invece, ben saldo a centrocampo il sempre fortissimo giocatore del Real Madrid Luka Modric. Ci saranno, inoltre, molto probabilmente 5 giocatori che militano nella serie A, tra cui sicuramente figurano Perisic e Brozovic, freschi vincitori dello scudetto con l’Inter di Antonio Conte.

Anche se la rosa sarà molto diversa dal mondiale 2016, la Croazia venderà cara la pelle e sarà un avversario ostico per tutti.

Portieri

Dominik Livakovic (Dinamo Zagabria) – Lovre Kalinic (Aston Villa) – Simo Sluga (Luton) – Ivo Grbic (Atletico Madrid)

 

Difensori

Duje Caleta-Car (Marsiglia) – Dejan Lovren (Zenit) – Marin Pongracic (Wolfsburg) – Domagoj Vida (Besiktas) – Filip Uremovic (Rubin Kazan) – Mile Skoric (Osijek) – Tin Jedvaj (Bayer Leverkusen) – Domagoj Bradaric (Lille) – Dario Meljnak (Rizespor) – Borna Barisic (Rangers) – Sime Vrskaljko (Atletico Madrid)

 

Centrocampisti

Josip Juranovic (Legia) – Luka Modric (Real Madrid) – Marcelo Brozovic (Inter) – Milan Badelj (Genoa) – Mario Pasalic (Atalanta) – Mateo Kovacic (Chelsea) – Toma Basic (Bordeaux) – Nikola Vlasic (CSKA Mosca)

Attaccanti

Ante Rebic (Milan) – Josip Brekalo (Wolfsburg) – Andrej Kramaric (Hoffenheim) – Ivan Perisic (Inter) – Bruno Petkovic (Dinamo Zagabria) – Ante Budimir (Maiorca) – Mislav – Orsic (Dinamo Zagabria) – Kristijan Lovrcic (Gorica) – Antonio Colak (Malmo)

Tattica Squadra Croazia Europei 2020

Il CT Dalic probabilmente pescherà tra i giocatori indicati e schiererà la squadra dei Vatreni con un 4-2-3-1. Kalinic sarà in porta e una folta schiera di giocatori che militano o hanno militato nel campionato italiano avranno spazio.

Ci sarà probabilmente anche Vrskaljko, ex Inter e ora all’Atletico Madrid, come terzino destro mentre a centrocampo vedremo in mezzo Modric e Brozovic.

In attacco probabilmente ci sarà Rebic unica punta, alle cui spalle graviteranno Vlasic, Kovacic e Perisic.

Difficilmente sarà una squadra che si butta avanti in maniera scriteriata. Possiamo, invece immaginare una squadra molto chiusa che fa affidamento sulle ripartenze dei rapidi giocatori offensivi, come Rebic e Perisic.

In fase di non possesso palla, molto probabilmente la squadra di Dalic si schiererà con un 4-5-1 con le maglie croate molto strette e combattive.

Staff Tecnico Squadra Croazia Europei 2020

Commissario Tecnico: Zlatko Dalic

Allenatore in Seconda: Drazen Ladic

Allenatore dei Portieri: Marjan Mrmic

Coordinatore: Petar Krpan