Author

Redazione Mondiali.it

Browsing

Le competizioni più sentite a livello di squadre nazionali sono i Mondiali e gli Europei ma gli italiani supporteranno comunque gli azzurri nella Fase Finale della Nations League 2021. E’, infatti, sempre bello vincere e sarebbe molto importante che l’Italia facesse bella figura in questa competizione, anche in vista dei Mondiali Qatar 2022.

Le 4 squadre che si contenderanno la vittoria finale sono: Italia, Belgio, Spagna e Francia. Di seguito possiamo vedere il calendario delle sfide della rassegna calcistica.

Fase Finale Nations League 2021 – Calendario

Semifinali

Le semifinali sono le seguenti:

  • Italia-Spagna: Mercoledì 6 Ottobre, stadio San Siro di Milano, ore 20:45 CET;
  • Belgio-Francia: Giovedì 7 Ottobre, Juventus Stadium di Torino, ore 20:45 CET.

Finali

La Finale tra il terzo e il quarto posto avrà luogo Domenica 10 Ottobre, presso lo Juventus Stadium di Torino, alle 15:00 CET.

La Finale, invece, si terrà Domenica 10 Ottobre allo stadio San Siro di Milano, alle ore 20:45 CET.

Fase Finale Nations League 2021 – Le Parole di Mancini e la Situazione in casa Italia

L’Italia, quindi, a breve dovrà vedersela con la Spagna di Luis Enrique, che vorrà sicuramente la rivincita, dopo l’eliminazione per mano degli azzurri nella semifinale di Euro 2020. Il ct della nazionale, artefice della vittoria dell’Europeo, ha parlato di quei bei momenti della scorsa estate e del prossimo impegno in Nations League.

In merito ai campionati continentali, Mancini ricorda che la cosa più bella in assoluto è stata far felici tutti gli italiani, dal più giovane al più anziano. La cosa fondamentale in un gruppo è la fiducia reciproca tra le persone e, in occasione di quel trionfo, c’è stata sicuramente.

Tra poco bisognerà pensare alla Nations League e il Mancio vuole vincere ma pretende che l’Italia non sottovaluti gli avversari, per non commettere l’errore degli inglesi che pensavano di aver vinto prima di giocare. A novembre, poi, ci saranno le ultime partite di qualificazione a Qatar 2022 e ovviamente bisogna vincerle per andare ai Mondiali. Il ct parla, poi, della Serie A, dicendo che ci sono delle difficoltà da parte di alcuni giocatori; alcuni dei quali sono molto stanchi per aver giocato sia in campionato che in nazionale agli Europei e in Coppa America. Ancora, però, è presto per azzardare pronostici anche se lui vede bene Napoli e Atalanta.

Sull’ipotesi di Mancini allenatore e Vialli presidente della Samp, il ct dice che sarebbe bello ma sarebbe anche difficile per loro due far meglio di quanto fecero nei primi anni 90. A Genova, infatti, i gemelli del gol hanno compiuto imprese irripetibili e, per fortuna, si sono ripetuti anche a Euro 2020.

Per quanto riguarda gli azzurri, il commissario tecnico dovrà certamente fare ancora a meno di Spinazzola e si spera di recuperare Verratti e di non avere altre defezioni.

Dopo un paio di giorni di riposo, si riprende con il campionato e le Partite del 26 Settembre di Serie A comprendono anche lo storico derby Lazio-Roma. Le due squadre della capitale sono partite benissimo, poi la Lazio ha registrato un vistoso calo mentre la squadra di Mourinho ha riscattato la sconfitta di Verona vincendo per 1 a 0 sull’Udinese. Dal punto di vista della classifica, non c’è una grandissima distanza tra le due compagini della capitale anche se la Roma sembra partire favorita; anche se i derby sono sempre partite a sé.

La Juve si appresta ad affrontare in casa la Sampdoria e viene da una vittoria in rimonta contro lo Spezia, dopo veri punti lasciati per strada. Cercherà, quindi, di continuare a vincere contro la Doria, che viene da una sonora sconfitta contro il Napoli. I partenopei ospitano il Cagliari e vogliono mantenere la testa della classifica e aumentando la striscia di vittorie consecutive.

Partite 26 Settembre Serie A – Big Match Lazio vs Roma

Maurizio Sarri può contare su tutta la squadra titolare e deve rinunciare solo al neo acquisto Zaccagni; per il derby della città eterna, si affiderà, come sempre, a Immobile, Felipe Anderson e Pedro, l’ex della partita, sperando di far sua la prima stracittadina.

Il tecnico portoghese, invece, deve rinunciare allo squalificato Pellegrini, ultimamente il migliore dei suoi, e probabilmente anche a Vina, ancora alle prese con un infortunio. Lo schema dei giallorossi è sempre il 4-2-3-1, con Abraham unica punta e Zaniolo, El Shaarawy e Mkhitaryan alle sue spalle. Sarà sicuramente una partita molto combattuta, come tutti i derby.

Partite 26 Settembre Serie A – Le Probabili Formazioni

Lazio(4-3-3): Reina; Lazzari, Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile, Pedro.

Roma(4-2-3-1): Rui Patricio; Karsdorp, Mancini, Ibanez, Calafiori; Veretout, Cristante; Zaniolo, Mkhitaryan, El Shaarawy; Abraham.

Confronta le Quote

                                      Lazio vs Roma 

Le Altre Partite

La Juve di Allegri vuole raggiungere la seconda vittoria consecutiva e si affida al solito 4-4-2, con Dybala e Morata in attacco e Cuadrado e Rabiot sulle corsie laterali. Gli unici dubbi del tecnico riguardano le presenze di Chiesa e Chiellini, che molto probabilmente non saranno della partita. La Samp di D’Aversa usa un 4-4-2 abbastanza coperto e in attacco schiera Quagliarella e Caputo, che non stanno dando il meglio di se stessi in questo inizio di stagione.

Il Napoli sembra aver trovato la quadra e Spalletti sta facendo davvero un bel lavoro; grazie a lui, infatti, i partenopei sono primi in classifica a punteggio pieno e, contro il Cagliari, si affiderà sempre al 4-2-3-1 con Osimhen in attacco. Il Cagliari naviga in brutte acque, non ha ancora vinto e si aggrappa a Joao Pedro e Keita, anche se il Napoli attuale è difficile da battere.

Nel campionato tedesco ancora non c’è la consueta fuga del Bayern Monaco e le  partite di Bundesliga del 24-25-26 Settembre ci diranno se le squadre di vertice continueranno a tenere il passo. La sfida più importante è quella tra Bayer Leverkusen e Magonza, entrambe a 10 punti e, quindi, a 3 punti dai bavaresi e dal Wolfsburg.

La squadra di Nagelsmann, invece, viene da una vittoria per ben 7 reti a zero contro il Bochum, che si trova al penultimo posto, e ora si appresta ad affrontare il Furth, ultima della classe, che ha solo un punto.

Partite Bundesliga 24-25-26 Settembre- Big Match Bayer Leverkusen vs Magonza

Il Leverkusen si schiera con lo schema 4-2-3-1, con Patrik Schick a fare da boa in attacco e  Diaby, Wirtz e Paulinho che gli giocano dietro e cercano di smarcarlo davanti la porta avversaria.  Il Magonza, invece, si contrappone con il 3-4-1-2, con il trio d’attacco che è formato da Boetius dietro e Burkardt e Onisiwo che costituiscono la coppia di attacco.

Le Probabili Formazioni

Bayer Leverkusen(4-2-3-1): Hradecky (c); Frimpong, Kossounou, Tah, Bakker; Aranguiz, Demirbay; Diaby, Wirtz, Paulinho; Schick.

Magonza(4-3-2-1): Zentner (c); St. Juste, Bell, Hack; Widmer, Barreiro, Kohr, Lucoqui; Boetius; Burkardt, Onisiwo.

Confronta le Quote

                                          Bayer Leverkusen vs Magonza

Le Altre Partite

Il Bayern di Lewandowski, come sempre, è in testa alla classifica e contro l’ultima in classifica, ha grandi possibilità di conquistare i 3 punti anche alla sesta di campionato. Il Wolfsburg è l’altra capolista e andrà ad affrontare la trasferta di Hoffenheim che, dopo la vittoria della prima di campionato, ha collezionato 2 pareggi e 2 sconfitte.

Il Borussia Dortmund è al secondo posto e deve fare visita al Monchengladbach che è in zona retrocessione. Ha sempre a diposizione Haaland che è sicuramente un valore aggiunto che tutti vorrebbero, visto che praticamente segna in tutte le occasioni in cui mette piede in un campo di calcio. 

Nella massima serie italiana non c’è un attimo di respiro e le Partite del 25 Settembre di Serie A vedono gli impegni delle due milanesi, che sono ai vertici della classifica. La partita più importante è sicuramente Inter-Atalanta, con i nerazzurri che, dopo il pareggio con la Sampdoria, hanno portato a casa due vittorie, di cui l’ultima nel difficile campo di Firenze. L’Atalanta, come al solito, parte con il freno a mano un po’ tirato ma poi si riprende e diventa molto difficile da affrontare, avendo le potenzialità di battere chiunque.

Il Milan finora ha sempre vinto, tranne in occasione del pareggio a Torino contro la Juve, e andrà a far visita allo Spezia, convinto delle proprie grandi potenzialità, che emergono nonostante gli infortuni. Per lo Spezia sembrano esserci poche possibilità di fare punti contro i rossoneri.

Il Verona è in crescita ma ha buttato una buona occasione nella partita scorsa contro la Salernitana, facendosi rimontare dopo il doppio vantaggio; il Genoa, che attende l’imminente cambio della proprietà, invece, viene da un pareggio di Bologna e è molto vicino alla zona retrocessione, per cui deve fare punti.

Partite 25 Settembre Serie A – Big Match Inter vs Atalanta

Simone Inzaghi sembra intenzionato a cambiare poco e può darsi che continui ad alternare gli esterni, facendo giocare Dumfries e Di Marco sulle fasce e la solita coppia d’attacco Martinez e Dzeko. Barella ha un fastidio ma potrebbe essere in campo; comunque, se non dovesse farcela, c’è Vecino che scalpita per scendere in campo.

La Dea di Gasperini su presenta sempre con il 3-4-1-2, con Zapata e Malinovskyi in avanti e Ilicic che potrebbe fare il trequartista, come sa fare molto bene. Sulla destra, Zappacosta sembra ormai un titolare inamovibile e sta giocando benissimo.

Partite 25 Settembre Serie A- Le Probabili Formazioni

Inter(3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Dimarco; Dzeko, Lautaro.

Atalanta(3-4-1-2): Musso; Toloi, Palomino, Djimsiti; Zappacosta, De Roon, Freuler, Gosens; Pasalic; Malinovskyi, Zapata.

Confronta le Quote

Le Altre Partite

Il tecnico Pioli sta facendo un po’ di turnover, visti gli impegni molto ravvicinati ma non potrà fare a meno di Rebic, su cui poggia in questo momento tutto il peso dell’attacco rossonero. Dietro torneranno Leao, Saelemaekers e Diaz. Thiago Motta utilizza uno schema speculare al 4-2-3-1 del Milan e si affida a Nzola, con Maggiore e Gyasi a supporto.

Nella sfida tra Genoa e Verona, Ballardini probabilmente si affiderà ancora a Destro, che giocherà assieme a Pandev, che potrebbe rimpiazzare Kallon. Il Verona di Tudor, invece, scenderà in campo con il 3-4-2-1, con Kalinic in attacco e Caprari e Barak dietro l’unica punta.

Il campionato inglese è pieno di scontri di vertice e le partite di Premier League del 25-26-27 Settembre vedono la sfida tra Chelsea e Manchester City, che sono le due finaliste della scorsa edizione di Champions League. I Blues sono primi in classifica con 13 punti e, si apprestano ad ospitare il City, che ha 10 punti e viene da un pareggio contro il Southampton.

Questa è sicuramente la sfida più importante della giornata anche se ci sono anche i match Arsenal-Tottenham e Manchester United-Aston Villa.

Partite Premier League 25-26-27 Settembre – Big Match Chelsea vs Manchester City

Il Chelsea di Tuchel sta andando alla grande e nella sesta di campionato si affiderà al modulo 3-4-2-1, con Lukaku come centravanti di sfondamento e Mount e Havertz dietro di lui. A centrocampo torna la formidabile coppia Jorginho-Kanté, che tutto il mondo invidia, e in difesa ci sarà Thiago Silva in cabina di regia. Il City di Guardiola, invece, contrappone un 4-3-3 molto offensivo, con Sterling, Gabriel Jesus e Grealish in attacco e De Bryune a centrocampo. In difesa, c’è Cancelo sulla fascia destra.

Le Probabili Formazioni

Chelsea(3-4-2-1): Mendy; Christensen, Thiago Silva, Rüdiger; Azpilicueta, Jorginho, Kanté, Alonso; Mount, Havertz; Lukaku.

Manchester City(4-3-3): Ederson; Walker, Ruben Dias, Aké, Cancelo; Bernardo Silva, Fernandinho, De Bruyne; Sterling, Gabriel Jesus, Grealish.

Confronta le Quote

                                              Chelsea vs Manchester City

Le Altre Partite

L’Arsenal è partito malissimo, perdendo le prime tre partite e nelle ultime due giornate si è ripreso e ha conquistato 6 punti. Il Tottenham, invece, ha fatto il percorso inverso, vincendo le prime 3 e perdendo le ultime due con Crystal Palace e Chelsea; un’ulteriore sconfitta creerebbe diversi disagi tra gli Spurs, che hanno investito tantissimo nell’ultima finestra di mercato. Un’altra squadra in testa alla classifica di Premier è lo United di CR7, che finora ha segnato in tutte le partite e non vuole smettere. I Red Devils se la vedranno con l‘Aston Villa, che è a centro classifica e viene da una vittoria casalinga contro l’Everton.

“Nothing lasts for ever, even cold November Rain” è un verso di una famosissima canzone dei Guns and Roses e Preziosi che Vende il Genoa dopo quasi 20 anni sembra adattarsi bene alla citazione. Il famoso imprenditore del settore dei giochi, infatti, ha ceduto tutte le quote del club rossoblù al fondo americano 777Partners; non deterrà, quindi, alcuna quota azionaria ma rimarrà per 3 anni nel direttivo della società per aiutare la nuova proprietà.

Anche il presidente più longevo della Serie A, quindi, cede la sua squadra e, secondo i rumors, in questi giorni ci dovrebbero essere le firme per sistemare la parte burocratica della faccenda. Lo stesso Preziosi ha dichiarato che la cessione del club è cosa praticamente fatta e che il club più antico d’Italia andrà nelle mani di una proprietà affidabile e solida dal punto di vista economico. Resterà, comunque, per sempre un tifoso del Genoa.

Preziosi Vende il Genoa – Il Fondo

777Partners è un grande fondo di investimenti americano che conta al suo interno circa 600 dipendenti e degli assets pari a circa 3 miliardi di euro. Il grande portfolio del fondo consta di circa 49 aziende, tra cui i London Lions, una grande squadra del campionato di basket inglese.

I neo proprietari del Genoa hanno già investito nel calcio e possiedono circa il 6% delle quote del Siviglia e quindi vogliono puntare ad aumentare la loro presenza nel mondo del calcio.

Una storia lunga 18 anni

Enrico Preziosi ha rilevato il Genoa nel lontano 2003 e ha trovato una squadra sull’orlo del fallimento e retrocessa in Serie C1. Il nuovo patron dei Grifoni riesce a sistemare le cose dal punto di vista finanziario e ha la fortuna di un ripescaggio della squadra in B, per via di vicissitudini del Catania. Dopo una stagione nella serie cadetta, nel 2005 la squadra raggiunge la promozione in Serie A ma la gioia dura poco.

La società genoana, infatti, è accusata di aver aggiustato il risultato dell’ultima di campionato con il Venezia in cambio di soldi e la pena è la retrocessione in serie C1 con 3 punti di penalizzazione. Il Genoa, però, non si perde d’animo e in due anni riesce a risalire in Serie A con Gian Piero Gasperini, che guida i suoi uomini alla massima serie dopo 12 anni.

Da allora, i grifoni sono sempre rimasti in Serie A e la storia di Preziosi con questo club è terminata dopo ben 18 anni.

Lo spezzatino di Serie A è esteso anche al turno infrasettimanale e le partite del 23 Settembre di Serie A chiuderanno la quinta di campionato. Le sfide di giornata sono Sampdoria-Napoli, Torino-Lazio e Udinese-Roma e il big match è certamente quello tra la Doria e la capolista Napoli a Genova.

La squadra di Spalletti è a punteggio pieno, finora non ha lasciato nemmeno un punto per strada e vuole continuare questa striscia di vittorie anche se al Ferraris non sarà semplice. La Samp, infatti, è una bella squadra e in casa ha dato del filo da torcere sia al Milan che all’Inter. Il Torino viene da un’importante vittoria in trasferta contro il Sassuolo e, con 6 punti conquistati, staziona a centro classifica. La Lazio, invece, dopo un inizio scoppiettante, ha perso punti contro Milan e Cagliari e Sarri cercherà di riprendere a vincere già contro il Torino. L’Udinese ha iniziato molto bene la stagione ma nell’ultima di campionato ha rimediato una sconfitta sonora contro il Napoli e la Roma ha perso la testa della classifica perdendo contro il Verona in rimonta.

Partite 23 Settembre Serie A – Big Match Sampdoria vs Napoli

Mister D’Aversa ha diverse defezioni a centrocampo e probabilmente schiera Askildsen ed Ekdal, con Candreva e Damsgaard sulle fasce e in attacco di affida alla coppia Quagliarella-Caputo, a formare il solito 4-4-2. I partenopei, invece, ritrova Meret in porta anche se potrebbe giocare ancora Ospina e l’allenatore proporrà il 4-2-3-1, con Osimhen in attacco e Politano, Zielinski e Insigne che gli stazionano dietro. A centrocampo ci sarà ancora Anguissa, che si è inserito con un velocità incredibile.

Le Probabili Formazioni

Sampdoria(4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Ekdal, Askildsen, Damsgaard; Caputo, Quagliarella.

Napoli(4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Fabian Ruiz; Politano, Zielinski, Insigne; Osimhen.

Confronta le Quote

                                        Sampdoria vs Napoli

Le Altre Partite

Il Torino di Juric si affida al 3-4-2-1, con Pobega e Brekalo a supporto dell’unica punta centrale che, in assenza di Belotti, è Sanabria. La Lazio, invece, giocherà con il 4-3-3 con il trio d’attacco Immobile, Felipe Anderson e Pedro, con Cataldi al centro del campo e forse Patric titolare in difesa.

La Roma di Mourinho deve ancora far fronte all’assenza di Vina, al cui posto giocherà Calafiori; il tecnico portoghese in attacco si affida ad Abraham per far dimenticare la rimonta subita nell’ultima di campionato. L’Udinese viene da una deblacle in casa contro il Napoli e, per cercare di muovere nuovamente la classifica, si affida a Beto e Pereyra e allo schema 3-5-2.

L’elenco delle sfide del 23 Settembre di Serie A è nella seguente tabella.

Squadra 1Squadra 2
SampdoriaNapoli
TorinoLazio
RomaUdinese

Quando una pedina fondamentale della squadra subisce un infortunio, chi lo sostituisce può suscitare qualche dubbio tra i tifosi ma, nel caso di Emerson Palmieri e la sua Storia dell’Europeo 2020, è finita molto bene. Il neo terzino del Lione, infatti, pur subentrando in una gara difficile contro il Belgio e giocando contro avversari fortissimi nelle altre due gare, se la cava abbastanza bene.

Analizzando i fatti a posteriori, si può certamente affermare che nella semifinale contro la Spagna e in finale contro l’Inghilterra il terzino azzurro è riuscito a ben figurare e a garantire una buona spinta sulla fascia.  Certamente, sostituire la gazzella Spinazzola non è affatto facile ma l’italo-brasiliano offre ottime prestazioni e non lo fa rimpiangere troppo; per cui, anche il suo contributo risulta determinante nella conquista del secondo titolo Europeo della storia della nazionale italiana.

Emerson Palmieri Storia dell’Europeo 2020 – Percorso con l’Italia di Mancini

Fino al marzo 2017, Emerson non ha il passaporto italiano e gioca con l’Under17 brasiliana. Nel giugno del 2017, Giampiero Ventura vuole convocarlo ma il terzino si infortuna al crociato e non può scendere in campo. I guai fisici continuano a disturbarlo anche con Mancini, che non può convocarlo nel maggio 2018 per un problema fisico.

Il tanto agognato esordio con la maglia azzurra avviene, quindi, il 10 settembre 2018, nella Nations League 2018-2019, contro il Portogallo.

Qualificazioni Euro 2020

Nelle sfide per la qualificazione a Euro 2020, Emerson scende in campo in 5 occasioni, partendo sempre da titolare e Mancini lo tiene in grande considerazione per il ruolo di terzino sinistro dell’Italia.

Nations League 2020-2021

Per quanto riguarda la Nations League 2020-2021, l’ex giocatore del Chelsea gioca 3 partita con la maglia dell‘Italia, che sono, nell’ordine, le due gare contro la Polonia e quella contro la Bosnia Erzegovina. Ad ottobre la squadra di Mancini giocherà la semifinale con la Spagna e lui sarà molto probabilmente in campo, visto che ancora Spinazzola non ha recuperato dall’infortunio.

Qualificazioni Mondiali 2022 Qatar

Le qualificazioni a Qatar 2022 sono ancora in corso e l’italo-brasiliano ha giocato 4 partite, contro Irlanda del Nord, Lituania, Bulgaria e Svizzera.

Emerson Palmieri Storia dell’Europeo 2020 – Euro 2020

Nonostante il ct Roberto Mancini lo faccia sentire importante e creda in lui, il titolare è Spinazzola perché è in un periodo di grazia ed è impossibile tenerlo fuori squadra. Per questo motivo, forse Emerson pensa di giocare solo la gara contro il Galles, a qualificazione agli ottavi ottenuta, e avere poi pochissimo spazio. A volte, però, le cose non vanno come tutti si aspettano e il destino cambia le situazioni.

Nella gara contro i gallesi, Palmieri non deve preoccuparsi troppo di compiti difensivi e fornisce alla squadra una buona spinta sulla corsia di sinistra. Anche se Spina è un’altra cosa, Emerson disputa un’ottima partita e fa vedere diverse sgroppate sulla sua fascia di competenza.

Contrariamente a quanto tutti pensano, il giocatore del Lione si rivede ai quarti di finale contro il Belgio, quando deve entrare al 81′ per via di un bruttissimo infortunio di Spinazzola. Mancini, quindi, lo butta nella mischia in un momento delicato, in cui si deve difendere il vantaggio e lui tiene la posizione senza distrazioni. Da qui in poi, sa che dovrà giocare sempre.

Nella semifinale contro la Spagna, perde un paio di volte le marcature e, in particolare, compie una distrazione grave dimenticandosi di Oyarzabal, che per fortuna non controlla bene e gli dà il tempo di recuperare. Al netto di qualche errore dietro, Emerson risulta uno dei più positivi tra gli azzurri e colpisce anche una traversa nel primo tempo.

La finale di Wembley contro l’Inghilterra parte malissimo e anche Palmieri nelle fasi iniziali soffre molto contro Trippier ma alla lunga cresce e gioca una grande partita, come tutti gli azzurri; i quali meritano sicuramente la vittoria di Euro 2020.

A volte già dalle prime giornate si vede un distacco abbastanza consistente nella vetta della classifica e questo è il caso del PSG che vuole mantenerlo anche dopo le Partite di Ligue1 del 22 Settembre. I primi della classe, per la giornata numero 7 del campionato francese, affronteranno l’ultima in classifica e vengono da una vittoria importante contro il Lione, grazie a un gol di Icardi.

Il match più importante della giornata è sicuramente quello tra gli Angers e il Marsiglia, che cercherà di mantenere il secondo posto. I padroni di casa, che stanno ottenendo risultati insperati, sono incappati nella prima sconfitta della stagione in casa contro il Nantes, nella partita scorsa. Il Marsiglia è, invece, al secondo posto e si trova a meno 5 punti dalla capolista, avendo, però, giocato una partita in meno rispetto ai parigini.

Partite Ligue1 22 Settembre – Big Match Angers vs Marsiglia

Nessuno si sarebbe aspettato di trovare gli Angers in vetta alla classifica ma tutto ciò sta accadendo. La squadra rivelazione del campionato francese, però, nell’ultima giornata ha subito una sonora batosta per mano del Nantes, che ne ha ridimensionato le ambizioni. Per la difficile sfida contro il Marsiglia, il tecnico Gerard Baticle si affida molto probabilmente al 3-4-3, con il trio d’attacco formato da Boufal, Cho e Fulgini.

Il Marsiglia, invece, per ora sta riuscendo a tenere il passo del PSG e contro la favola della League1 il tecnico Sampaoli proporrà l’inusuale schema 3-3-3-1, con Dieng unica punta e Under, La Fuente e Payet. Sebbene i padroni di casa stiano sbalordendo tutti, per prossima gara partono sfavoriti.

Le Probabili Formazioni

Angers(3-4-3): Paul Bernardoni; Thomas, Traore, Manceau; Cabot, Mendy, Mangani, Doumbia; Boufal, Cho, Fulgini.

Marsiglia (3-3-3-1): Lopez; Saliba, Gonzalez, Peres; Guendou, Lirola, Gueye; Under, La Fuente, Payet; Dieng.

Confronta le Quote

                                            Angers vs Marsiglia

Le Altre Partite

Il PSG vuole sicuramente andare a vincere in casa dell’ultima in classifica e si affiderà al recuperato Mbappé, coadiuvato da Di Maria, Neymar e Messi. La pulce ancora non ha segnato e ha mostrato un po’ di nervosismo con l’allenatore al momento della sostituzione ma in 2 partite ha preso 2 incroci dei pali e la rete sembra nell’aria. Un’altra partita importante è quella tra Lensi e Strasburgo, in cui i padroni di casa sono nettamente favoriti, secondo i pronostici della vigilia.

Squadra 1Squadra 2
LillaReims
MonacoSt. Etienne
MontpellierBordeaux
NantesBrest
RennesClermont
AngersMarsiglia
LensStrasburgo
LioneTroyes
LorientNizza
MetzPSG

A volte anche un contrasto di gioco normale può provocare l’uscita dal campo e l’infortunio di Correa ne è un esempio, anche se l’entità non sembra essere preoccupante. Il “Tucu”, infatti, al minuto 29 della partita contro il Bologna ha avuto uno scontro con Lorenzo De Silvestri che lo ha costretto ad abbandonare il campo alla mezz’ora dall’inizio.

Gli esiti degli esami hanno confermato la presenza di una contusione all’anca e questo, per fortuna, ha scongiurato l’eventualità di una lesione. Per tale motivo, non si prospetta un lungo stop per l’attaccante argentino, anche se Inzaghi, per precauzione, ha deciso di non convocarlo per la trasferta infrasettimanale sul campo della Fiorentina.

I test hanno ravvisato, quindi, solo la presenza di un trauma contusivo e, quindi, molto probabilmente Correa sarà a disposizione della squadra già dalla sesta partita di campionato, in programma sabato contro l’Atalanta.

Infortunio di Correa – La situazione in Casa Inter

Vista la mancata convocazione dell’ex giocatore della Lazio, Inzaghi si affiderà alla coppia d’attacco Lautaro Martinez- Dzeko, che sta dimostrando di essere ben assortita e sta trovando l’intesa. In panchina andranno anche il recuperato Alexis Sanchez, che sembra avere recuperato bene, ed il giovanissimo attaccante uruguaiano Martin Satriano; il quale, secondo gli addetti ai lavori, è un giocatore di grande talento e ovviamente deve maturare.

Il mister Inzaghi deve far fronte anche agli infortuni di Sensi e di Vidal ma a centrocampo la squadra sembra abbastanza coperta, visto il recupero di Vecino. Quest’ultimo ha giocato dal primo minuto contro il Bologna e ha disputato una buona gara ma contro la Fiorentina partirà probabilmente dalla panchina. I tre centrali di centrocampo saranno, infatti, Brozovic, Calhanoglu e Barella, che è un perno insostituibile sia per Simone Inzaghi che per Conte. Per il resto, non ci saranno molti cambiamenti nell’11 inziale dei nerazzurri, che dovranno affrontare la difficile trasferta di Firenze.