Author

Redazione mondiali.it

Browsing

Secondo La Gazzetta dello Sport, il Ct Cassani avrebbe già scelto i ciclisti che saranno in strada per i Mondiali di Doha in programma il prossimo 16 ottobre.
L’ufficialità arriverà solamente la prossima settimana , ma ecco chi potrebbe rappresentare l’Italia.

i possibili convocati per i mondiali di doha

Daniele Bennati della Tinkoff
Jacopo Guarnieri della Katusha
Fabio Sabatini della Etixx – QuickStep
Matteo Trentin della Etixx – QuickStep
Daniele Oss della BMC,
Manuel Quinziato della BMC
Giacomo Nizzolo della Trek – Segafredo
Elia Viviani della Sky

In ballottaggio ci sarebbero Gianni Moscon della Sky, Salvatore Puccio della Sky e Marco Coledan della Trek – Segafredo. Ma occhio anche a Sonny Colbrelli della Bardiani-CSF che dopo aver trionfato alla Coppa Sabatini potrebbe essere convocato.

Il venerdì ad Alcañiz emette il primo verdetto della classe regina e a brillare, dopo la vittoria a Misano Adriatica, è ancora Dani Pedrosa. Il pilota Honda mette la sua RC213V davanti a quella del compagno di box Marc Marquez e alla moto di Cal Crutchlow; sempre una Honda ma colorata LCR. Le Yamaha come da pronostico sono leggermente attardate. Il miglior pilota su M1 (Movistar Yamaha) è Valentino Rossi, quarto. Le Ducati faticano, il più veloce è Hector Barbera (Avintia Racing) all’ottavo posto in classifica combinata.

le dichiarazioni dei protagonisti

“Il primo giorno è stato abbastanza positivo perché in entrambe le sessioni siamo andati abbastanza bene. Tuttavia abbiamo molto lavoro ancora da fare, soprattutto con le gomme in vista della gara di domenica. La prima impressione è che sono riuscito ad essere costante ma le Yamaha soffrono di più delle Honda anche se siamo abbastanza vicini”. V. Rossi

 

“Sono molto soddisfatto di come è andata la giornata visto che nel pomeriggio abbiamo migliorato le nostre prestazioni e abbiamo lavorato con l’obiettivo della gara. La pioggia non si è vista e il tempo atmosferico sarà imprevedibile anche nel sabato di qualifiche. Altro particolare importante, sul quale dovremo porre la massima attenzione, sarà la scelta delle gomme”. Marc Marquez

Marc Marquez fa segnare il miglior tempo nelle prime prove libere di questa mattina in vista del Gp di Aragon. Il pilota della Honda è seguito da Valentino Rossi e Maverick Viñales su Suzuki Ecstar. Per quanto riguarda gli altri, Dovizioso è quarto mentre Andrea Iannone, in rientro dall’infortunio è sesto, con i migliori e vicino a Jorge Lorenzo, quinto a 0,743s dal connazionale.
Da segnalare anche la novità rappresentata dall’esordio di Nicky Hayden come sostituto di Jack Miller con il team Estrella Galicia che con Alex Lowe del team Tech3 compone la coppia di piloti WorldSBK nel MotoGp

le prime prove libere

1 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 1’48.830
2 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 1’49.016 0.186 / 0.186
3 25 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 1’49.178 0.348 / 0.162
4 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati  1’49.178 0.348
5 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 1’49.573 0.743 / 0.395
6 29 Andrea IANNONE ITA Ducati Team Ducati 1’49.601 0.771 / 0.028
7 9 Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Yakhnich Ducati  1’49.719 0.889 / 0.118
8 41 Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 1’49.731 0.901 / 0.012
9 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 1’49.738 0.908 / 0.007
10 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 1’49.756 0.926 / 0.018
11 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 1’49.993 1.163 / 0.237
12 45 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Yakhnich Ducati 1’50.113 1.283 / 0.120
13 6 Stefan BRADL GER Aprilia Racing Team Gresini Aprilia  1’50.368 1.538 / 0.255
14 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing Ducati 1’50.714 1.884 / 0.346
15 53 Tito RABAT SPA Estrella Galicia 0,0 Marc VDS Honda  1’50.816 1.986 / 0.102
16 50 Eugene LAVERTY IRL Pull & Bear Aspar Team Ducati 1’50.958 2.128 / 0.142
17 22 Alex LOWES GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha  1’51.103 2.273 / 0.145
18 19 Alvaro BAUTISTA SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 1’51.139 2.309 / 0.036
19 68 Yonny HERNANDEZ COL Pull & Bear Aspar Team Ducati  1’51.388 2.558 / 0.249
20 69 Nicky HAYDEN USA Estrella Galicia 0,0 Marc VDS Honda  1’51.873 3.043 / 0.485
21 76 Loris BAZ FRA Avintia Racing Ducati 1’52.680 3.850 / 0.807

C’era tutto il gotha del calcio italiano nella ‘Sala delle Armi’ del Foro Italico, gremita da cronisti e fotografi per il primo atto ufficiale di UEFA EURO ROMA 2020 . A pochi metri dallo Stadio Olimpico, l’impianto che ospiterà tre gare della fase a gironi e un quarto di finale, è stato svelato il logo ufficiale della manifestazione alla presenza del neo Presidente della UEFA Aleksander Ceferin, del Presidente del CONI Giovanni Malagò e della Sindaca di Roma Virginia Raggi, con il Presidente della FIGC Carlo Tavecchio a fare gli onori di casa.

logo ufficiale uefa euro roma 2020

Per la prima volta il torneo avrà una formula itinerante e Ponte Sant’Angelo, scelto come simbolo del logo di ‘UEFA EURO ROMA 2020, collegherà idealmente Roma alle altre 12 città che ospiteranno la Fase Finale dell’Europeo. “Oggi si inizia a lavorare alla prossima edizione calcistica continentale – ha dichiarato il Presidente federale Carlo Tavecchio – quella dei 60 anni della UEFA. Una prova affascinante che vede Roma tra le protagoniste”.

“Roma è una città magnifica di grandi tradizioni ed altrettanta passione per il calcio. Siamo felici di tornare nella città eterna” Alexander Ceferin, Presidente della UEFA

la formula

Come in occasione dell’edizione francese, anche la Fase finale di EURO 2020 prevede la partecipazione di 24 squadre, di cui 20 provenienti dai gironi di European Qualifiers e le rimanenti 4 determinate attraverso la UEFA Nations League, il nuovo torneo che prenderà il via dopo la Coppa del Mondo FIFA di Russia 2018.

le 12 città

Oltre a Roma, la cui candidatura era stata proposta dalla FIGC e sostenuta dal Governo italiano, da Roma Capitale, dal CONI e da tutte le componenti federali, la fase finale di UEFA EURO 2020 toccherà altre 12 città europee: Amsterdam, Bilbao, Bruxelles, Bucarest, Budapest, Copenhagen, Dublino e Glasgow ospiteranno ciascuna tre partite della fase a gironi e un ottavo di finale; Baku, Monaco e San Pietroburgo, tre partite della fase a gironi e un quarto di finale, mentre Londra (Stadio di Wembley) sarà teatro delle semifinali e della finale.

Andrea Iannone potrà partecipare al quattordicesimo appuntamento stagionale del Motomondiale. Nel sabato del GP di San Marino, precedente appuntamento del Campionato del Mondo MotoGP™, il pilota della Ducati aveva rimediato un infortunio alla terza vertebra ed era stato costretto alla defezione; Ora, per quanto riguardail Gp di Aragon, i medici hanno detto che potrà correre ma adesso l’ultima parola spetta proprio a Iannaone che dovrà valutare se correre i rischi del caso andabndo a gareggiare su un tracciato con molte sollecitazioni, che mette a dure prova il fisico.

la reazione di iannone

“Secondo me il problema sarà semplicemente il dolore. Quando la schiena, o meglio, la colonna vertebrale subisce una compressione diventa una situazione critica. Se mi sforzo con le braccia, magari con un esercizio a terra, sento dolore. Bisogna capire molto quanto andrò a comprimere la colonna e quanta forza avrò bisogno di mettere; soprattutto quanto sarà sollecitato il punto infortunato. Se lo stress è contenuto potrò guidare tranquillamente ma in caso contrario abbiamo visto che non posso correre, il dolore sarà troppo forte”.

Ci siamo. Montecatini Terme è pronta per ospitare la seconda fase delle Qualificazioni ai Campionati Europei 2017 che vedrà impegnata nella Pool A l’Italia insieme ad Austria, Lettonia ed Ucraina. Il quadrangolare in programma in Toscana prenderà il via domani con il primo match che metterà di fronte Lettonia e Ucraina (ore 17). Alle ore 20.30 (diretta su RaiSport 1), invece, toccherà scendere in campo alle ragazze di Cristiano Lucchi che affronteranno l’Austria, superata la scorsa settimana 3-0. Dopo la prima fase Tirozzi e compagne occupano la prima posizione della classifica con 3 vittorie (8 punti), davanti all’Ucraina (2V e 7p.), mentre molto più staccate sono Austria (1V e 2 p.) e Lettonia (0V e 1p.).

L’obiettivo dell’Italia è quindi conservare il primo posto del girone e staccare il pass diretto per gli Europei 2017 che si disputeranno in Azerbaijan e Georgia. Solo la vincitrice della pool otterrà la qualificazione, mentre la seconda avrà un’altra possibilità attraverso un play off.

Considerando le gare del week end precedente, quasi sicuramente la sfida che deciderà il primo posto sarà quella di domenica tra Italia e Ucraina: a Yuzhny le azzurre si sono imposte 3-2. Molto importante, però, per la nazionale tricolore sarà anche non avere cali di concentrazione contro Austria e Lettonia, non lasciando per strada nemmeno un set.

“Siamo molto cariche e c’è tanta voglia di ottenere questa qualificazione – le parole di Cristina Chirichella – Sappiamo che è un obiettivo ampiamente alla nostra portata e dopo le tre vittorie della scorsa settimana non ci resta che portare a termine il lavoro. Come si è visto nella prima fase sicuramente la gara più difficile sarà quella contro l’Ucraina, perché è di un altro livello rispetto ad Austria e Lettonia. Noi dovremo concentrarci soprattutto sul nostro gioco, perché se riusciamo ad esprimerci come sappiamo sono convinta che otterremo altri tre successi.”

LE AZZURRE

Anastasia Guerra, Valentina Tirozzi, Ofelia Malinov, Giulia Leonardi, Anna Danesi, Raphaela Folie, Caterina Bosetti, Beatrice Parrocchiale, Anna Nicoletti, Alessia Orro, Paola Egonu, Myriam Sylla, Cristina Chirichella e Sara Bonifacio.

CLASSIFICA

Pool A: Italia 3V (8 p.), Ucraina 2V (7 p.), Austria 1V (1 p.), Lettonia 0V (1 p.).

CALENDARIO

Pool A – 23 settembre Lettonia-Ucraina (ore 17), Italia-Austria (ore 20.30 diretta RaiSport 1); 24 settembre Ucraina-Austria (ore 17), Lettonia-Italia (ore 20.30 diretta RaiSport 1); 25 settembre Austria-Lettonia (ore 17), Ucraina-Italia (ore 20.30 diretta RaiSport 1).

Dal 28 settembre al 2 ottobre Dublino, in Irlanda, ospiterà i Campionati Mondiali Tiro di Campagna. Dopo il terzo posto assoluto di due anni fa a Zagabria l’Italia vuole confermarsi tra le migliori Nazionali della specialità.

La Nazionale italiana tiro di Campagna vola in Irlanda per sfidare il mondo. Da mercoledì 28 settembre, giorno delle prime qualifiche, a domenica 2 ottobre, giornata dedicata alle ultime finali, a Dublino andranno in scena i Campionati Mondiali Tiro di Campagna 2016. Dopo il terzo posto con 7 medaglie (2 ori, 2 argenti e 3 bronzi) all’ultimo rassegna iridata, gli azzurri vogliono confermarsi tra le prime Nazioni nel settore. Ecco le scelte dello staff della Nazionale guidato da Giorgio Botto.

I CONVOCATI AZZURRI

Nell’arco olimpico maschile saranno impegnati Marco Morello (Iuvenilia) insieme ai due atleti dell’Aeronautica Militare Massimiliano Mandia e Amedeo Tonelli, quest’ultimo fresco di titolo italiano sia nel Campagna che nel Targa. Tra le donne convocate la poliedrica Jessica Tomasi (Aeronautica Militare), titolare alle Olimpiadi di Londra 2012, la campionessa nazionale in carica Annalisa Agamennoni  (Medio Chienti) e Giada Doretto (Arcieri Orione). Due le riserve a casa: Marco Seri (Medio Chienti) e Stefania Franceschelli (Castenaso Archery Team). Tra gli Junior vestiranno la maglia della Nazionale Yuri Belli (Arcieri Del Forte) e Chiara Rebagliati (Arcieri 5 Stelle).

A guidare la squadra dei Compound sarà il fresco campione italiano Fabio Ibba (Arcieri Uras) accompagnato da Andrea Leotta (Arcieri Solese) e Silvio Giorcelli (Arcieri delle Alpi). Trio tutto di atlete dei gruppi militari al femminile con le Fiamme Azzurre Irene Franchini, campionessa europea in carica, e Monica Finessi insieme all’arciera della Marina Militare Anastasia Anastasio. Riserve a casa il duo degli Arcieri Torrevecchia Antonio Carminio e Viviana Spano.  Tra gli Junior del compound proveranno ad andare a caccia del podio Jesse Sut (Kappa Kosmos Rovereto) ed Erica Benzini dell’A.G.A campionessa continentale di categoria nel 2015.

Nell’arco Nudo l’Italia schiererà al maschile Giuseppe Seimandi (Fiamme Azzurre), campione italiano a Cantalupa quest’anno, e Alessandro Giannini (Arcieri Città Di Pescia). Al femminile spazio per la vicecampionessa mondiale Cinzia Noziglia (Arcieri del Tigullio) e per Eleonora Strobbe (Arcieri Altopiano Pinè), bronzo a Zagabria. A chiudere la squadra sarà Chiara Benedetti (Arcieri Eugubini) mentre il posto di riserva a casa spetta a Luciana Pennacchi (Arcieri Città Di Pescia).

I fratelli Sara e Alessio Noceti, portacolori degli Arcieri Tigullio, ed Eric Esposito (Arcieri Audax Brescia) formeranno la Nazionale dell’arco nudo tra gli Junior. I tre sono in grande crescita e negli ultimi due anni hanno raggiunto risultati straordinari. Alessio Noceti è campione del mondo e argento europeo in carica, la sorella Sara ed Eric Esposito hanno vinto l’oro all’ultima rassegna continentale.
Lo staff tecnico che accompagnerà a Dublino gli azzurri sarà formato dal Capo Delegazione, Stefano Tombesi, dal responsabile tecnico, Giorgio Botto, e dal tecnico Daniele Bellotti.

ULTIMO MONDIALE

L’ultima edizione dei Campionati Mondiali ha sorriso all’Italia. Ad agosto 2014 gli azzurri sono riusciti a raggiungere il terzo posto assoluto nel medagliere con ben 7 medaglie (2 ori, 2 argenti e 3 bronzi). Sui percorsi organizzati a Zagabria gli azzurri vinsero il bronzo con la squadra maschile (Mandia, Carminio, Seimandi), l’argento con la squadra Junior maschile (Valenti, Natali, Noceti), il bronzo nell’arco olimpico Junior femminile con Laura Baldelli, l’argento e il bronzo nell’arco nudo femminile con Cinzia Noziglia ed Eleonora Strobbe e due ori Junior nella stessa divisione con Alessio Noceti  e Anna Carrasco.
Il medagliere dell’ultima edizione della rassegna iridata è stato vinto dalla Gran Bretagna davanti agli Stati Uniti e appunto l’Italia. Verosimilmente saranno ancora queste le Nazioni da battere anche a Dublino.

Con il Gp di Aragon il Campionato del Mondo torna nella penisola iberica e le ultime gare europee, separate dal triplete asiatico, si correranno proprio in Spagna. È tempo di Aragona e da venerdì 23 settembre Valentino Rossi e il team Movistar Yamaha scenderanno in pista al MotorLand per il quattordicesimo GP dell’anno.

Valentino Rossi:

“Anche se non ho vinto, posso dire di aver fatto una buona gara a Misano. In tutte le prossime prove dobbiamo dare il massimo come in quel fine settimana. Adesso mi interessa fare solo delle buone gare. Ad Aragon dovremo lavorare da subito con grande impegno, come sempre. Il tracciato è impegnativo, caratterizzato da curve veloci e staccate decise, sarà importante avere la moto migliore con un set-up perfetto. Mi piace questa pista e, anche se non è una delle mie preferite, tenteremo di raggiungere il miglior risultato possibile”.

Nel 2015 il duo Yamaha si divise il podio anche nrel Gp di Aragon, in quella circostanza Lorenzo vinse e Rossi arrivò terzo. Un risultato che accese i fuochi finali del loro duello iridato.

Si è chiuso ieri il primo incontro di coordinamento per i Mondiali di sci 2021 tra la Fondazione Cortina 2021, la FIS, Infront e FISI, in cui sono state condivise le attività svolte ad oggi dalla Fondazione e le prossime priorità operative: è stato fatto un punto sullo stato di avanzamento dei lavori nelle aree sportive e sulla viabilità; sono state presentate le strategie di marketing e comunicazione che porteranno alla definizione del nuovo logo e degli eventi che verranno realizzati dalla Fondazione Cortina 2021. Infine è stata fatta una panoramica sull’area finanza e sull’area operations, con cenni ai temi della ricettività, dei trasporti e del reclutamento dei volontari.

Il secondo giorno è stato invece scandito da meeting specifici, con un particolare focus sulle tematiche riguardanti le infrastrutture e le attività di marketing & comunicazione.

“Abbiamo constatato che sono stati realizzati concreti passi avanti, a solo tre mesi dalla assegnazione del Mondiale avvenuta a giugno a Cancun. Siamo molto soddisfatti dell’impegno dimostrato dalla Fondazione Cortina 2021 fino ad oggi e del programma che ha presentato in questi giorni.

Abbiamo anche preso positivamente atto del grande lavoro svolto dal Commissario di Cortina De Rogatis e dai suoi collaboratori, e abbiamo avuto l’opportunità di incontrare le Autorità, che a tutti i livelli, nazionale e locale, seguono con grande attenzione il progetto” afferma Sarah Lewis, Segretario Generale di FIS. “Il progetto è grande, ambizioso e innovativo. Ci piace anche l’intenzione della Fondazione di coinvolgere gli atleti e i giovani nel progetto, perché questa sarà una delle legacy dei Mondiali.”

Mondiali di sci 2021

Anche Markus Waldner, race director della Coppa del Mondo maschile, è rimasto piacevolmente impressionato

“Abbiamo fatto sopralluogo sulle piste e siamo molto soddisfatti di quanto verrà realizzato. Anche il disegno del progetto dell’area di arrivo Rumerlo è molto interessante, con una struttura che ha una proiezione che va oltre i 15 giorni del mondiale e che un domani potrà essere utilizzata anche per altri eventi non necessariamente sportivi”.

E’ stato tolto il velo sui Mondiali di basket 3×3 che si svolgeranno in Cina dal’ 11 al 15 ottobre. Le prime due di ogni gruppo accedono ai quarti.

il girone dell’italia maschile

Italia: Andrea Negri; Claudio Negri; Damiano Verri; Gionata Zampolli.
Girone A: Italia, Serbia, Qatar, Russia, Nuova Zelanda

il girone dell’italia femminile

Italia: Marcella Filippi, Alice Quarta, Federica Tognalini, Alessandra Visconti.
Girone C: Italia, Spagna, Giappone, USA, Cina Taipei

Da anni il movimento del basket3x3 è in crescita, spinto fortemente da Fiba che lo vorrebbe far diventare disciplina olimpica già a partire dall’edizione del 2020 di Tokyo. Anche la Federazione italiana si è dimostrata sensibile alla crescita di questa nuova disciplina, nel 2016 è arrivata anche una medaglia di Bronzo al Mondiale Under 18. La squadra Maschile è stata inclusa nel girone con Slovenia e Ucraina, la Femminile con Ucraina e Serbia.