Tag

400 ostacoli

Browsing

Mondiali di atletica quinta giornata. La primatista italiana assoluta dei 400 ostacoli Yadis Pedroso deve purtroppo rinunciare alle sue ambizioni di finale. L’azzurra dell’Aeronautica parte in terza corsia accanto a quella dove, un mese fa in IAAF Diamond League, aveva corso il 54.87 della sua seconda migliore prestazione di sempre.

Come a Rio 2016 la 30enne ostacolista conferma la sua indole combattiva nelle occasioni che contano e, malgrado la temperatura autunnale e quel doloretto alla gamba che l’aveva infastidita in batteria, mette subito in mostra una buona ritmica tra le barriere. Porta a termine la sua prova in 55.95: è quarta. Davanti a tutte la campionessa olimpica Dalilah Muhammad in 55.00, precedendo la canadese Sara Watson (55.05) e la britannica Elidh Doyle che con 55.33 agguanta l’ultimo ticket disponibile per la finale.

Si chiude in semifinale anche l’avventura della campionessa europea under 23 Ayomide Folorunso. La ventenne delle Fiamme Oro, dopo il bel 55.65 di ieri, stavolta non fa meglio di 56.47. E’ sesta, poi quinta per l’infrazione di corsia che toglie dall’ordine d’arrivo la nigeriana Glory Nathaniel. Migliori tempi delle semifinali il 54.59 dell’iridata in carica Zuzana Hejnova e il 54.79 della giamaicana Ristananna Tracey.

Nei 200 Irene Siragusa, la velocista con gli occhiali, è quinta in 23.73 (+0.1) nella batteria numero 6 dominata in 22.70 dall’ivoriana, medaglia d’argento dei 100 metri, Maria-Josee Ta Lou. La toscana dell’Esercito era uscita dalla curva a ridosso della terza posizione utile per la promozione al fianco della svizzera Sara Atcho, poi finita seconda in 23.09. Non va meglio alla tricolore assoluta Gloria Hooper. Anche la veronese dei Carabinieri chiude quinta nell’ultima batteria. Purtroppo nemmeno il suo 23.51 (+0.5) è abbastanza per ambire alla promozione.