Sport Invernali

Niente neve: a rischio i Campionati Europei di sci alpinismo sull’Etna

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Da mesi la Sicilia è in fermento per la grande manifestazione sciistica in programma nelle piste innevate del suo vulcano, prevista nel mese di febbraio 2018.

Si tratta dei Campionati Europei di sci alpinismo, con la partecipazione di circa 400 atleti provenienti da molti paesi. Un evento reso ancora più significativo dal fatto che la tappa sull’Etna doveva essere valida come qualificazione per le prossime Olimpiadi Giovanili che si terranno a Losanna nel 2020.

Le gare in programma erano Sprint Race, Vertical Race e Individual Race mentre le categorie in gara erano Senior, Espoir, Junior e Cadetti.

Ma l’inverno gelido in Sicilia stenta ad arrivare o fa la sua comparsa solo a tratti e questa mancanza di continuità delle basse temperature non ha permesso alla neve di accumularsi sulla montagna in quantità necessaria per svolgere la competizione agonistica.

E se i cittadini siciliani gioiscono per il clima quasi autunnale, non sono altrettanto contenti gli organizzatori dell’evento, che sono costretti ad alzare bandiera bianca e annullare la tappa.

Ecco le parole di Pietro Agen, presidente dimissionario del comitato organizzatore:

In questi giorni il mio sguardo è costantemente rivolto al nostro vulcano. Non c’è un filo di neve e fino al 9 di febbraio le previsioni danno sporadiche nevicate e temperature ben al di sopra dello 0. E’ abbastanza impensabile che possano esserci le condizioni adatte per lo svolgimento delle gare. Non ci sarebbero più i tempi per approntare le piste e non si avrebbe il giusto strato di neve

Con grande rammarico pare quindi che il vulcano Etna, con il suo scenario suggestivo, non possa più essere la sede di questa competizione internazionale di grande rilievo.

La tappa siciliana dei campionati Europei, che era in programma dal 22 al 25 febbraio, messa fortemente a rischio dalla mancanza di neve, rappresentava per la regione una grande opportunità, come sottolinea Agen in una nota rivolta al Comitato Organizzatore locale:

Se il Comitato organizzatore locale ci rimette migliaia di euro, la Sicilia perde una grossa opportunità di rilanciare la sua immagine attraverso un evento che avrebbe avuto un’eco mondiale vista la partecipazione di atleti provenienti da Paesi europei ed extra europei come l’Iran, la Cina, il Canada e l’Argentina

Insomma, sembra che le previsioni metereologiche non siano di buon auspicio per questo evento e da parte dell’organizzazione si è sentita l’esigenza di avvisare ristoratori e albergatori che da tempo si preparano per ospitare atleti, allenatori e appassionati pronti ad approdare in Sicilia per prendere parte alla tappa.

E la vicenda è ancora più sconfortante se si pensa che appena pochi giorni fa lo stesso presidente si era mostrato molto ottimista circa le previsioni meteo, annunciando che la mancanza di neve non era un dato preoccupante perché presto sarebbe arrivata anche sull’Etna.

A poco meno di un mese dall’inizio dell’evento, restiamo in attesa di nuovi aggiornamenti,  date le reali difficoltà delle autorità organizzatrici a portare avanti un evento di tale portata per problemi che non dipendono da loro.

Laureata in materie umanistiche ha fatto della sua passione per la scrittura e il giornalismo un vero lavoro a cui si dedica a tempo pieno. Vive in Sicilia ma gira il mondo coi suoi pezzi che trattano di tutto e di tutti, con particolare attenzione per l'affascinante mondo dello sport. SCOPRI LO SCONTO UTILIZZANDO IL COUPON: CRISTINAF

Comments are closed.