News

Under 21: Stasera gli azzurrini all’Olimpico contro la Spagna

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

L’Under 21 torna allo stadio Olimpico di Roma trent’anni dopo: domani sera (ore 21.00)  gli Azzurrini affrontano la Spagna in un match di grande fascino soprattutto in vista della Fase Finale dell’Europeo del prossimo giugno.

L’ultima apparizione dell’Under 21 allo Stadio Olimpico è datata 1986: anche quel giorno di fronte c’era la Spagna, la gara si concluse 2-1 grazie alle reti segnate da Gianluca Vialli e Giuseppe Giannini. Luigi Di Biagio era presente: “Ricordo bene quella partita – racconta – e l’atmosfera stupenda che c’era sugli spalti. Per noi che sia un’amichevole o una gara di qualificazione non fa differenza, l’affrontiamo sempre con la stessa determinazione e con l’obiettivo di vincere. Mi auguro che anche domani sera all’Olimpico ci sia una bella cornice di pubblico e che la gente si diverta”.

Un confronto, quello tra Italia e Spagna, che riveste un fascino particolare: in campo nove titoli europei, cinque vinti dagli Azzurrini, quattro dagli spagnoli. Le due nazionali, che si sono affrontate l’ultima volta quattro anni fa nella finale dell’Europeo in Israele vinta dagli iberici 4-2, propongono domani sera novanta minuti dal sapore diverso, un’amichevole – a quattro giorni dalla bella vittoria in casa della Polonia – che rappresenta per la squadra del tecnico Luigi Di Biagio l’ultimo collaudo prima dell’avventura europea.

Una sorta di prova generale per un gruppo che ha percorso un cammino esaltante, confermando doti tecniche e indiscusse qualità, pur dovendo fare i conti con numerose defezioni (è tornato a casa anche il difensore Kevin Bonifazi per problemi muscolari)  e con inevitabili ostacoli.
Il tecnico ha già in mente la squadra da portare in Polonia, ma con qualche posto ancora da assegnare.

“La Spagna – spiega Di Biagio nella conferenza stampa della vigilia – è una squadra diversa dalla Polonia. Abbiamo rivisto la gara di giovedì scorso e, anche a mente fredda, abbiamo avuto sensazioni positive, ci siamo resi conto di aver dato il ritmo giusto su un campo complicato contro un avversario tosto. Adesso arriva la seconda amichevole di alto livello; gli spagnoli sono più bravi tecnicamente, noi dovremo esserlo altrettanto a rispondere colpo su colpo imponendo il nostro gioco senza paura. Il mio è un grande gruppo, l’obiettivo principale è quello di allenarsi bene e perché no anche divertendoci per giocare più sereni”.

L’amichevole dell’Olimpico rappresenterà anche l’occasione per una nuova sperimentazione della VAR (Video Assistant Referees) in modalità on-line da parte della Lega Serie A nell’ambito del protocollo con FIFA e IFAB.

Redazione mondiali.it

Comments are closed.