News

L’Italia Under 21 chiamata ad un’altra impresa

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Un gol di Federico Bernardeschi permette all’ Italia di battere 1-0 la Germania e di qualificarsi per la semifinale del Campionato Europeo, con gli Azzurrini che martedì saranno nuovamente di scena a Cracovia (ore 21 – diretta su Rai 1) per affrontare la Spagna.

Prosegue quindi il soggiorno della squadra di Luigi Di Biagio in Polonia, un cammino che si era fatto improvvisamente in salita dopo la sconfitta con la Repubblica Ceca. Ma quando c’è da tirare fuori il carattere l’Under 21 raramente delude e, complice il successo della Danimarca sulla Repubblica Ceca, gli Azzurrini riescono nell’impresa di passare il turno, battendo una Germania sempre vittoriosa nelle dieci partite del girone di qualificazione e che, grazie ai netti successi nelle prime due gare dell’Europeo, accede comunque alla semifinale come migliore seconda a braccetto con l’Italia.

La Spagna dunque sarà l’avversaria dell’Italia martedì a Cracovia (ore 21, diretta su Rai 1), in una semifinale che metterà di fronte le due nazionali più titolate d’Europa a livello di Under 21 (5 tornei continentali vinti dagli Azzurrini, 4 dagli spagnoli). E’ ancora vivo il ricordo della finale dell’Europeo 2013 in Israele, quando una tripletta di Thiago Alcantara e un gol di Isco consentirono alla Spagna di imporsi per 4-2 su un’Italia che schierava nell’undici titolare giocatori poi entrati in pianta stabile nella Nazionale Maggiore come Florenzi, Verratti, Insigne e Immobile. E anche l’ultimo precedente di tre mesi fa allo Stadio Olimpico di Roma ha visto il successo per 2-1 della ‘Rojita’, unica nazionale capace di vincere tutte e tre le gare del girone. La squadra guidata da Albert Celades è la grande favorita del torneo potendo contare su alcuni dei giovani talenti più forti d’Europa, da Asensio a Saul, da Bellerin a Deulofeu. Quest’ultimo è stato compagno di squadra al Milan sino a poche settimane fa di Manuel Locatelli, entrato ieri sera nei minuti finali al posto di Berardi e al suo esordio all’Europeo:

“La Spagna – avverte in conferenza stampa il centrocampista rossonero – è molto forte.  Sanno giocare bene e soprattutto sono abili nel far girare la palla, ma li affronteremo a testa alta e sappiamo di poterli battere, perché anche noi siamo forti”.

Gli Azzurrini torneranno ad allenarsi nel pomeriggio sul terreno di gioco dello stadio del ‘Wisla Cracovia’: una seduta defaticante per chi è sceso in campo ieri e più intensa per il resto del gruppo, con Di Biagio chiamato a scegliere i sostituti di Conti e Berardi, ieri ammoniti e costretti a saltare per squalifica la semifinale:

“Con la Repubblica Ceca abbiamo fatto un passo falso – ammette Locatelli – ma ci siamo guardati in faccia , ci siamo detti che potevamo fare meglio e ieri si è vista una grande reazione. E’ stata una vittoria meritata, a dimostrazione che siamo un grande gruppo”.

Redazione mondiali.it

Comments are closed.