Italia ancora protagonista nella prima tappa della Coppa del Mondo di ciclismo su pista 2017 che si è svolta nella città polacca di Pruszkow.

Dopo il grande trionfo del primo giorno, con l’oro conquistato dal quartetto femminile formato da Elisa Balsamo, Tatiana Guderzo, Francesca Pattaro e Silvia Valsecchi, e il bronzo di Liam Bertazzi nella gara individuale, l’Italia riesce ad aggiudicarsi altre 3 medaglie nell’ultima giornata dedicata alla competizione di Pruszkow.

Come nell’inseguimento della squadra femminile, anche gli uomini riescono a primeggiare e qualificarsi al primo posto. Un altro oro, dunque, e doppietta per gli azzurri nella stessa categoria.

I vincitori del titolo sono Francesco Lamon, Simone Consonni, Liam Bertazzo e Filippo Ganna, che hanno praticamente dominato sulla Germania, mantenendo il vantaggio per tutta la gara.

Dopo i due ori rigorosamente italiani conquistati dai nostri ciclisti in squadra, arriva anche un altro bronzo che sia aggiunge a quello di Liam Bertazzi.  La protagonista è Elisa Balsamo, che vince contro la rivale tedesca Gudrun Stock nell’inseguimento individuale. Al primo posto si classifica la polacca Justyna Kaczkowska e al secondo l’olandese Annemiek Van Vleuten.

Ma non è ancora finita e l’Italia continua a festeggiare un’altra medaglia: si tratta del bronzo nel madison, conquistato ancora da Elisa Balsamo insieme a Maria Giulia Confalonieri, per un totale di 13 punti e con alle spalle una gara svolta in modo eccezionale. L’oro è andato al Belgio con Jolien D’hoore e Lotte Kopecky e l’argento alla Gran Bretagna con Elinor Barker e Emily Nelson.

Gli altri azzurri in gara non hanno ottenuto, invece, grandi risultati, a cominciare da Stefano Moro che nell’Omnium è arrivato alla posizione 14, per finire con Maila Andreotti, eliminata al primo turno. 

Resoconto di tutte le altre gare 

Ecco i vincitori delle altre specialità in gara nella prima tappa della Coppa del Mondo di ciclismo su pista del 2017.

Nella prova di velocità vince la squadra femminile della Germania con Pauline Sophie Grabosch e Kristina Vogel, mentre al secondo posto troviamo l’Olanda di Kyra Lamberink e Hetty Van De Wouw e al terzo la Russia.

Per quanto riguarda lo sprint individuale si classifica al primo posto l’Australia con Matthew Glaetzer. Medaglia d’argento per la Polonia con Mateusz Rudyk e di bronzo con Edward Dawkins, Nuova Zelanda.

Nell’omnium la medaglia d’oro è andata al danese Niklas Larsen che ha fatto da protagonista per l’intera gara. Secondo posto per il polacco Szymon Sajnok e terzo posto per lo svizzero Claudio Imhof.

Nel kaiser il primo gradino del podio è occupato dalla tedesca KristinaVogel, seguita al secondo posto dalla russa Daria Shmeleva e al terzo dall’australiana Stephanie Morton.

Ottimo inizio per gli azzurri impegnati ai campionati europei di ciclismo su pista a Berlino, al via ieri con le qualificazioni dei quartetti donne e uomini.
Per le azzurre del CT Salvoldi un inizio davvero con il botto: loro il miglior tempo in qualifica, con il quale volano alla semifinale contro la Polonia. Non certo da meno gli azzurri del CT Villa, che con il secondo miglior tempo in qualifica accedono alla semifinale contro la Russia. Oggi per l’Italia sarà veramente da…cardiopalma!

Quartetto uomini 

I quattro “moschettieri” Liam Bertazzo, Filippo Ganna, Francesco Lamon e Michele Scartezzini hanno chiuso i tempi di qualifica in 3’58”720, registrando il secondo miglior tempo alle spalle della Francia (detentrice del titolo europeo nella disciplina olimpica) che ha chiuso il suo torneo in 3”58”060. Terzo tempo alla Russia (3’59”434). Per la Gran Bretagna, specialista nella disciplina, un 4’07 ed una caduta che è valsa la conclusione del torneo.

europei di ciclismo su pista

Gli azzurri sono scesi sulla pista di Berlino con grande determinazione, consapevoli del loro valore: quello già dimostrato ai Mondiali di Hong Kong con la conquista del bronzo iridato e con un argento della passata edizione continentale, conquistato in 3’58”871, proprio alle spalle della Francia.

Da metà gara in poi hanno acceso il gas e recuperato il ritardo accumulato. Un esordio che li ha visti in perfetta armonia con Ganna, l’iridato dell’inseguimento individuale nel 2016, che ha tirato sul finale, per oltre tre giri. Ben fatto per gli azzurri e con il pass in tasca guardano a domani, giovedì 19 ottobre (dalle 17.00), dove l’Italia affronterà al primo round, valido per l’accesso alla finale, la Russia.

Quartetto donne

Dopo l’oro conquistato nella passata edizione, il CT Salvoldi ha schierato al via una formazione inedita con le giovanissime Elisa Balsamo e Letizia Paternoster affiancate alle più esperte Silvia Valsecchi e Tatiana Guderzo. Inedita, certo, ma che non ha deluso! Scese sull’anello tedesco le azzurre hanno trovato subito la giusta sincronia in gara e hanno registrato il miglior tempo in qualifica 4’20”636, staccando la Gran Bretagna (secondo miglior tempo in 4’21”219) e la Germania, terzo tempo in 4’25”355. Quarto tempo per la Polonia (argento nel 2016) in 4’26”462 che sfiderà l’Italia nella semifinale di domani.

IL PROGRAMMA DI OGGI

(6 titoli)

17.00 – 18.40
Primo turno inseguimento a squadre maschile e femminile
Qualificazioni team sprint maschile e femminile

19.30 – 22.20
Primo turno team sprint maschile e femminile
Finale eliminazione donne
Finale scratch uomini
Finali inseguimento a squadre maschile e femminile
Finali team sprint maschile e femminile

Azzurri al via oltre agli azzurri del quartetto uomini e donne:
Maria Giulia Confalonieri – Eliminazione
Scratch Uomini – Francesco Lamon
Velocità a squadre Donne – Miriam Vece Elena Bissolati
Velocità a squadre uomini – nessun azzurro al via

Ciclismo

Ciclismo: Risultati, ultime notizie e curiosità sul ciclismo su pista, su strada e ciclocross, ma anche sulle specialità meno conosciute come le competizioni di BMX, trial e ciclismo indoor.