Con una prestazione convincente e un risultato che non ammette repliche, l’Italia batte la Serbia 3-0 nel primo dei due test amichevoli, riscattando così i due passi falsi contro la Croazia. Serviva una reazione in vista del Main Round UEFA Euro Futsal 2018 e la risposta gli Azzurri l’hanno data sul campo di un ‘Pala Tezze’ di Arzignano gremito in ogni ordine di posti, prendendo il controllo della gara con autorevolezza sin dalle battute iniziali.

Dopo una paio di occasioni fallite di un soffio, il predominio di Lima e compagni si concretizzava con le reti di De Oliveira, autore di una doppietta nel giro di 10’, e di Merlim che arrotondava il parziale con un tiro dalla distanza imprendibile per l’estremo difensore serbo Momcilovic. È proprio il portiere serbo, ad inizio ripresa, a scuotere i suoi bloccando una conclusione di Ercolessi per lanciarsi in una galoppata coast-to-coast che costringeva Molitierno ad una uscita a terra decisiva.

La reazione degli Azzurri non si faceva attendere ma le conclusioni di Manfroi e Castagna non inquadravano la porta avversaria. Quindi erano i Serbi, con l’inserimento di Kocic come portiere di movimento, a tentare di sparigliare l’assetto tattico predisposto da Menichelli, senza però riuscire a scardinare una difesa azzurra attenta e determinata sino al fischio finale. Stasera al ‘Pala Teatro’ di Villorba il secondo e ultimo test della serie, il calcio d’inizio è fissato alle 19.30, diretta in streaming sul sito ufficiale www.divisionecalcioa5.it

ITALIA – SERBIA 3-0 (pt 3-0)
Italia: Molitierno, Ercolessi, Lima, Boaventura, Castagna, Bordignon, De Oliveira, Fusari, Manfroi, Merlim, Murilo, Schininà, Terenzi, Chinchio. Ct. Menichelli
Serbia: Momčilović, Perić, Kocić, Simić, Rajcević, Ramić, Rakić, Milosavać, Matijević, Stanković, Tomić, Lazarević, Filipović, Stojković. Ct. Ivancić

Marcatori: 5’30” p.t. De Oliveira, 9’56” De Oliveira, 15’07” Merlim
Note: al 13’40” p.t. Rajcević (S) calcia alto un tiro libero
Arbitri: Angelo Galante (Ancona), Nikola Aleksić (Serbia), Daniele Di Resta (Roma 2)
Crono: Giulio Colombin (Bassano del Grappa)

Il Brasile esce ai rigori con l’Iran, arriva la grande sorpresa

“Bucaramangazo” in Colombia! Clamoroso al Bicentenario: il Brasile bi-campione in carica cade per la prima volta nella storia negli ottavi, eliminato ai rigori dall’Iran.

Non basta il 2-0, il 3-1, né la tripletta di Falcao (che porta a 48 i suoi gol al Mondiale), neanche il 4-3 ai tempi supplementari: Canarinha sempre ripresa.

Nella lotteria dei tiri dal dischetto segnano tutti tranne che Ari: passa l’Iran. Che affronterà ai quarti il Paraguay di Chila.

Soffre la Spagna

E’ il Mondiale delle sorprese. O quasi. Ne sa qualcosa la Spagna. La Roja suda le proverbiali sette camicie con il Kazakhstan, inchiodata sul 2-2 nella ripresa. C’è partita fino 2’ circa dal termine, quando Raùl Campos sigla l’allungo decisivo, ci pensa Miguelìn a griffare il definitivo 5-2. La brutta notizia per Venancio Lòpez è l’espulsione di Sergio Lozano: il Bufalo salterà il quarto con la Russia, remake della scorsa finale europea.

Portogallo ok

Nella giornata delle sorprese, il Portogallo fa eccezione. Ricardinho ne fa due nel 4-0 a Costa Rica, allungando nella classifica dei marcatori, con 11 reti. I lusitani aspettano Thailandia o Azerbaigian.

Un video pubblicato da Ricardinho10 (@ricardinho10oficial) in data:

E’ la notte dell’Italfutsal

Stanotte tocca alla Nazionale, attesa (alle 3 di notte) dalla sfida con quell’Egitto sempre battuto nei sei precedenti.

honorio-nazionale-mondiale-colombia-2016

Humberto Honorio (in foto, credit: Paolo Cassella) – 4 assist contro il Guatemala e uno dei migliori Azzurri in questa prima parte di Mondiale – resta sul pezzo: “Stiamo facendo bene, ma limitiamo gli errori individuali”.

 

Azzurri al completo e favoritissimi: niente sorprese.

Calcio a 5

Calcio a 5: approfondimenti e notizie sulle competizioni mondiali per Nazioni e per Club del calcio a 5 tradizionalmente conosciuto come futsal (fútbol de salón)